Nella stessa categoria ...

Categorie Blog

Archivio Blog

Ultimi Blog Commentati

Ultimi Commenti Inseriti

Add to Technorati Favorites

Si prepara la FESTA DELLA SOLIDARIETA'

26 Luglio 2009 - Categoria Manifestazioni
Autore Giuseppe

E' programmata per sabato 19 e domenica 20 settembre 2009 la Festa della Solidarietà promossa dall'Auser e da Sardegna Solidale che si terrà all'interno del Castello Siviller, nel cuore del centro abitato di Villasor.

Si tratta di una sede prestigiosa e suggestiva, che risale ai primi anni del XV Secolo, che fu teatro di momenti importanti della storia della Sardegna. Ora farà da degna cornice alle iniziative che caratterizzeranno la nostra Festa.

                                                  

Proponiamo che sia una vera e propria "FESTA DEI POPOLI", in un momento in cui prevalgono paure, pregiudizi e diffidenze nei confronti di chi per necessità viene a vivere con noi nella nostra terra. Noi intendiamo offrire una occasione di incontro, alla riscoperta del valore della diversità e del grande patrimonio culturale e sociale che sono in grado di offrirci. Il programma prevede un dibattito su questi temi, uno scambio  di cibi della tradizione sarda e delle etnie presenti alla Festa ed infine uno spettacolo musicale multi-etnico.

49 Commenti per "Si prepara la FESTA DELLA SOLIDARIETA'"
Hanno commentato : Giuseppe (11) | paola (6) | rinalba (4) | Mimma (3) | Anna (3) | Sardus Pater (2) | patrizia (2) | Fabrizio (2) | vittoria (2) | poesia senegal (1) | Maria (1) | Giuseppe Scano (1) | Souleyman (1) | Kamal (1) | Babatunde (1) | Andrea (1) | Norddine (1) | Chicca (1) | Hassam (1) | anna.p (1) | Proverbio senegalese (1) | Il Presidente Auser Villasor (1) | ancora patrizia (1) |
Anna ha detto:
30 Novembre 2018 alle ore 09:35:33

ISTITUZIONE FINANZIARIA PER AIUTARE (rapide.finance95@gmail.com)

Email : rapide.finance95@gmail.com


Accessibile Prestito a tutti 24 ore
Sono uno associare in molte banche e possiedo molti capitali nelle sue banche. Avevate bisogno di prestiti tra privati per affrontare le difficoltà finanziarie infine per uscire dal vicolo cieco che causano le banche, con il rifiuto delle vostre cartelle di domanda di crediti, noi siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di farvi un prestito all'importo di cui avete bisogno e con condizioni che vi faciliteranno la vita.
Facciamo prestiti che vanno di 1 mese a 30 anni e noi prestiamo di 2000€ a 10.000.000€.
Il nostro tasso d'interesse è pari al 2% l'anno, ecco i domini nei quali possiamo aiutarli:
* Finanziere
* Prestito immobiliare
* Prestito all'investimento
* Prestito automobile
* Debito di consolidamento
* Riacquisto di credito
* Prestito personale
* Siete schedati
* divieti bancari e non avete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di **** prendete contatto con me ed io aiuterete.

Email : rapide.finance95@gmail.com

Anna (160 commenti inseriti)
Anna ha detto:
07 Novembre 2018 alle ore 16:22:54

ISTITUZIONE FINANZIARIA PER AIUTARE (rapide.finance95@gmail.com)

Email : rapide.finance95@gmail.com


Accessibile Prestito a tutti 24 ore
Sono uno associare in molte banche e possiedo molti capitali nelle sue banche. Avevate bisogno di prestiti tra privati per affrontare le difficoltà finanziarie infine per uscire dal vicolo cieco che causano le banche, con il rifiuto delle vostre cartelle di domanda di crediti, noi siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di farvi un prestito all'importo di cui avete bisogno e con condizioni che vi faciliteranno la vita.
Facciamo prestiti che vanno di 1 mese a 30 anni e noi prestiamo di 2000€ a 10.000.000€.
Il nostro tasso d'interesse è pari al 2% l'anno, ecco i domini nei quali possiamo aiutarli:
* Finanziere
* Prestito immobiliare
* Prestito all'investimento
* Prestito automobile
* Debito di consolidamento
* Riacquisto di credito
* Prestito personale
* Siete schedati
* divieti bancari e non avete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di **** prendete contatto con me ed io aiuterete.

Email : rapide.finance95@gmail.com

Anna (160 commenti inseriti)
Anna ha detto:
07 Novembre 2018 alle ore 16:19:56

ISTITUZIONE FINANZIARIA PER AIUTARE (rapide.finance95@gmail.com)

Email : rapide.finance95@gmail.com


Accessibile Prestito a tutti 24 ore
Sono uno associare in molte banche e possiedo molti capitali nelle sue banche. Avevate bisogno di prestiti tra privati per affrontare le difficoltà finanziarie infine per uscire dal vicolo cieco che causano le banche, con il rifiuto delle vostre cartelle di domanda di crediti, noi siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di farvi un prestito all'importo di cui avete bisogno e con condizioni che vi faciliteranno la vita.
Facciamo prestiti che vanno di 1 mese a 30 anni e noi prestiamo di 2000€ a 10.000.000€.
Il nostro tasso d'interesse è pari al 2% l'anno, ecco i domini nei quali possiamo aiutarli:
* Finanziere
* Prestito immobiliare
* Prestito all'investimento
* Prestito automobile
* Debito di consolidamento
* Riacquisto di credito
* Prestito personale
* Siete schedati
* divieti bancari e non avete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di **** prendete contatto con me ed io aiuterete.

Email : rapide.finance95@gmail.com

Anna (160 commenti inseriti)
Giuseppe Scano ha detto:
11 Settembre 2009 alle ore 07:36:03

IN UNA FORESTA UN ALBERO CHE CADE FA PIU' RUMORE DI MILLE CHE NE CRESCONO.
IN UNA CITTA' UN EMIGRATO CHE DELINQUE FA PIU' RUMORE DI MILLE CHE SI INTEGRANO.

Giuseppe Scano (1 commenti inseriti)
paola ha detto:
11 Settembre 2009 alle ore 07:31:15

Un laccetto di cuoio bagnato, stretto al collo del prigioniero, incatenato e abbandonato al sole per un giorno. Il sole asciugherà gradatamente il laccetto di cuoio, portando al soffocamento. Dipende dall'ora in cui si ricordano di liberarti, dipende dai tentativi folli di liberarti da solo se la sera ti raccolgono vivo per ributtarti nella cella senz'aria e senza luce, tre metri per tre, dodici o quindici persone o se buttano un altro corpo di clandestino consegnato alla Libia nella fossa comune, nel deserto intorno al centro di detenzione infinita di Cufra.

Un bastone dietro le gambe, all'altezza delle ginocchia. Ti forzano a tenerlo con le mani legate, restando però piegato, ma in piedi. Finché resisti. Poi cadi come capita: di faccia, di schiena, di fianco e resti abbandonato sotto il sole – vivo o morto – fino alla notte.

Una buca in cui ti forzano a scendere fino a metà delle cosce. In quella posizione, e con le braccia immobilizzate, devi per forza restare dritto in piedi, perché non puoi piegarti neppure se svieni. Oppure ti pieghi in avanti a testa in giù, finché non ti portano via, vivo o morto.

È il racconto reso di fronte alle telecamere di Rai3 da prigionieri sopravvissuti al tormento libico, quasi sempre con la corruzione o la fuga. Lo ha visto tutta l'Italia la sera del 6 settembre, nella trasmissione-denuncia “Respinti” di Riccardo Iacona. I prigionieri di questa terribile storia sono i “respinti in mare” da militari italiani. La avranno vista – spero – i deputati e senatori, quasi tutti nel centro-destra, quasi tutti nel centro-sinistra, che hanno votato il trattato di amicizia e integrazione militare tra Italia e Libia nel giugno del 2009. E' il trattato in base al quale l'Italia paga la Libia per affondare i barconi dei disperati, per proibire ai pescatori italiani di aiutarli (pena l'accusa di essere mercanti di schiavi) per ordinare a Marina Militare Italiana e a Guardia di Finanza di “soccorrere” i naufraghi – bambini e donne incinte comprese – per riportarli in Libia. In Libia li aspettano, per un tempo infinito e senza che alcuna autorità internazionale intervenga, le carceri di Gheddafi, la tortura, la morte. Il tutto votato dal Parlamento Italiano ed eseguito dal ministro dell'Interno Maroni.

Questa spaventosa serie di eventi che sta seminando migliaia di morti in mare tra l'Africa e l'Italia, sta trasportando alla morte forzata in Libia altre migliaia e migliaia di esseri umani “respinti” in mare, mentre il ministro Maroni – di fronte alle proteste indignate di Europa e Nazioni Unite – conferma: “Non cambieremo le nostre direttive neppure di un millimetro”. Oppure, addirittura con un macabro sorriso, ripete: “Macchine, avanti tutta”. Questa spaventosa serie di eventi è un investimento. Accumula, attorno all'Italia e contro ciascuno di noi, un vasto giacimento di odio. Infatti provoca disperazione, dolore, insopportabili (benché rare, tenute nascoste) immagini di esseri umani, che si aggrappano inutilmente alle mani di un soldato italiano invocando pietà, supplicando di non essere spinti a terra, in Libia. Immagini di bambini e di donne incinte che – in base ad ogni legge non si possono respingere – consegnati agli sgherri di Gheddafi. Ma tutto ciò avviene sotto la bandiera italiana di una nave che aveva finto il soccorso.

Poiché nella “soluzione finale” dell'immigrazione secondo i leghisti, secondo i libici, le carceri sono contenitori stipati e bui, in un caldo infernale e quasi senza cibo, e la detenzione infinita è segnata dalla tortura, lo sventolare nell'aria fresca del Mediterraneo di un tricolore resta l'ultima immagine, la morte della speranza. L'odio che l'Italia sta seminando tra chi sopravvive nel mondo povero sarà immenso. Per l'Italia un pericolo mortale, oltre che una spaventosa vergogna, sanzionato da un voto bipartisan nel Parlamento italiano.

Libia, la “soluzione finale”di Furio Colombo - reppubblica.it

paola (722 commenti inseriti)
paola ha detto:
19 Agosto 2009 alle ore 07:17:30

Ad Anna e Antonello, a Costanzo e Agostino e a tutti gli accompagnatori del Pony della Solidarietà un grazie infinito da parte mia e dei "miei vecchietti"...
Senza di voi la loro esistenza sarebbe più "grama".

paola (722 commenti inseriti)
paola ha detto:
19 Agosto 2009 alle ore 07:13:26

Se n'è andata l'amatissima Fernanda Pivano, grande donna che ha sempre combattuto contro le guerre e le ingiustizie umane.
Se n'è andata anche la nostra compagna Costanza Oggiano che, attraverso l'UDI - Unione Donne Italiane - ha sempre combattuto per le pari opportunità e il riconoscimento dei diritti delle donne.
Voglio sperare che, da qualche parte, avessero bisogno di due donne colte, forti e intelligenti altrimenti non saprei spiegarmi perchè proprio loro...
Sento un grande rimpianto...

Un bacio a tutti e uno in più a Rinalba e Vittoria, Rosy e Marta e Paola e tutto il CdA di Assemini, a tutto il CdA di Sassari e in particolare a Franca, Anna, Carola e Graziella,ad Andrea Curcas e Ernesto Valdes, uno a Giuseppe Sassu e a quanti anche oggi si dedicheranno agli altri senza aspettarsi nulla in cambio.

paola (722 commenti inseriti)
rinalba ha detto:
18 Agosto 2009 alle ore 22:55:11

A proposito di canti "SOCIALI " ricordate "E SE TUTTI I RAGAZZI" S.Endrigo?
E se tutti i ragazzi ,i ragazzi del mondo
si dessero la mano, si dessero la mano
allora si farebbe un girotondo intorno al mondo ,intorno al mondo.....
E se tutti i ragazzi del mondo
diventassero marinai
allora si farebbe un grande ponte con tante barche con tante barche....
E se tutta la gente si desse la mano allora si farebbe un girotondo intorno al mondo ,intorno al mondo....


chi non ricorda "VIVA LA GENTE"?

HO visto stamattina mentre andavo a lavorar
il lattaio il postino e la guardia comunal
per la prima volta
vedo gente intorno a me
ieri non ci badavo
non so proprio perchè.
Viva la gente, la trovi ovunque vai
viva la gente simpatica più che mai
se più gente guardasse alla gente con amor
avremmo meno gente difficile e più gente di cuor...
Dal nord dal sud
li vedevo arrivar
come grandi fiumi
che dscendono
verso il mar
quasi una gran festa
fatta apposta per un re
Vale più delle cose
la gente intorno a me.
Viva la gente......

Spero proprio che la festa dei popoli di Villasor
sia occasione d'incontro e di gioia ;
ma spero soprattutto che sia l'inizio di un progetto nuovo e duraturo volto all'inclusione di tutti i cittadini del mondo....

Il grande caldo, il ferragosto incombente ci hanno senz'altro distratti o per lomeno,forse, non abbiamo dato il giusto peso a quanto ci sta accadendo intorno........e deve essere ben grave se anche "famiglia cristiana" ancora una volta prende posizione e definisce la legge sulla sicurezza "scritta da Don Rodrigo",.....
Dietro le stupidaggini dell'ultima ora si nasconde un progetto di destabilizzazione del mondo del lavoro, di annullamento di anni di l otte, di anni di conquiste....
Si vuole far passare sotto silenzio il caso del comune di FONDI...non si apre un dibattito sulla legge truffa per la regolarizzazione delle badanti........

Spero che si riprenda a parlare, e per dirla con Benigni all'Aquila, ad urlare tutte le storture e le ingiustizie che ci stanno piovendo addosso...

rinalba (417 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
18 Agosto 2009 alle ore 08:39:33

Rovistando su You Tube ho trovato questa altra versione di SE LA GENTE ASCOLTASSE IL CUORE.
Vi propongo anche questa
Inserisci:
http://www.youtube.com/watch?v=onCVEJbX4JA

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
17 Agosto 2009 alle ore 15:10:05

Grazie, Mimma, per la imprtante segnalazione, e, grazie, Paola, per la sollecitazione.
Obbedisco.....
Inserisco l'indirizzo di You Tube che consente il collegamento e l'ascolto con le immagini.
Eccolo:-inserisci
http://www.youtube.com/watch?v=qQlZ4_kYGu8

Giuseppe (704 commenti inseriti)
paola ha detto:
17 Agosto 2009 alle ore 06:15:51

Brava Mimma! Speriamo che adesso Giuseppe inserisca il video così impariamo a cantarla ascoltando Boccelli!

paola (722 commenti inseriti)
Mimma ha detto:
16 Agosto 2009 alle ore 17:48:05

In occasione della "Festa dei Popoli" a Villassor, vi propongo una canzone di Andrea Boccelli dal titolo " Se la gente usasse il cuore ", è un inno alla solidarietà e alla fratellanza, per creare un mondo migliore, vi allego il testo perché è davvero stupendo.

" Se la gente usasse il cuore
Per decidere con semplicità
Cosa è giusto e cosa no
Ci sarebbe tra noi
Molta più felicità

Se la gente usasse il cuore
Si aprirebbe un orizzonte migliore
Troppa indifferenza c' è
Prova a vincerlo tu
che puoi farcela se vuoi

E cerca di essere tu
Il primo che ci sta
A rinunciare un po'
Per dare a chi non ha
Basta poco a te
Ma forse non lo sai
Che quello che tu dai
è quello che tu avrai
Se la gente usasse il cuore
Anche l' aria prenderebbe colore
Cresca la speranza in noi
E in futuro vedrà
Cieli di serenità

E non ti pentirai
Se adesso ti aprirai
A chi non ce la fa
E soffre accanto a te
Forse non lo sai
Ma basta poco a te
Per somigliare a un re
E il cuore vincerà
Ma comincia ad essere tu
A rinunciare un po'
Per dare a chi non ha ...
Forse non lo sai
Ma basta poco a te
Per somigliare ad un re
E il cuore vincerà ".

Mimma (207 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
07 Agosto 2009 alle ore 22:19:06

Per Maria e Fabrizio Ho visitato il sito. Bello e interessante. Ho scoperto un videoclip "Ritmo del Perù y America Latina" che vi propongo. Per vederlo vai al sito http://www.youtube.com/watch?v=1FBQCcaABXk .
Per Patrizia L'idea che tu proponi è molto interessante... Raccogliamo del materiale su questo tema e , se il tempo ce lo consente, proviamo a predisporre una mostra .
Intanto disponiamo di un Filmato dal titolo MIGRANTES, realizzato dall'Auser in Sardegna, che parla di questo tema e che verrà proiettato in occasione della Festa a Villasor.

Giuseppe (704 commenti inseriti)
patrizia ha detto:
07 Agosto 2009 alle ore 14:10:35

Cari Giuseppe, Fabrizio visti i numerosi interventi sull’emigrazione italiana… si potrebbe realizzare una ricerca dal titolo: L’talia da Stato di emigranti a Stato di immigranti.

patrizia (8 commenti inseriti)
rinalba ha detto:
07 Agosto 2009 alle ore 13:07:13

Giuseppe, ho letto il programma della festa della solidarietà a Villasor: SPLENDIDO !!!!
Spero che sia data a questa festa tutta la pubblicità e il supporto che merita.....
molto bello il dialogo che si sta sviluppando nel blog..

un abbraccio rinalba

rinalba (417 commenti inseriti)
Fabrizio ha detto:
07 Agosto 2009 alle ore 09:35:31

Il sito è http://www.peruanita.org.
"Peruan-Ità" è il nome dell'associazione che lo gestisce. Non li conosco personalmente ma mi piace il taglio con cui propongono le tante notizie e il fatto che utilizzino di volta in volta sia l'italiano che lo spagnolo. Un saluto a tutti!

Fabrizio (8 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
06 Agosto 2009 alle ore 13:27:12

Sebbene "senior/anziani", ... (beati i tuoi 33 anni!!!) ... abbiamo ancora una sete infinita di conoscenza. Attendiamo, dunque, carissimo Fabrizio, che tu ci proponga l'indirizzo del sito a cui fai riferimento!

Giuseppe (704 commenti inseriti)
ancora patrizia ha detto:
06 Agosto 2009 alle ore 12:58:18

Oltre i testi delle canzoni ci sono tanti altri esempi di come la storia dell'emigrazione sia stata in larga parte rimossa. Pochi infatti ricordano come il racconto di Edmondo De Amicis, inserito nel famosissimo "Cuore", narri la storia di uno delle centinaia di migliaia di bambini venduti. Un bambino "di undici anni, mal vestito, solo, che se ne stava sempre in disparte, come un animale selvatico, guardando tutti con l'occhio torvo. E aveva ben ragione di guardare tutti con l'occhio torvo. Due anni prima, suo padre e sua madre, contadini, l'avevano venduto al capo d'una compagnia di saltimbanchi; il quale, dopo avergli insegnato a fare i giochi a furia di pugni, di calci e di digiuni, se l'era portato a traverso alla Francia e alla Spagna, picchiandolo sempre e non sfamandolo mai".

ancora patrizia (1 commenti inseriti)
Fabrizio ha detto:
06 Agosto 2009 alle ore 12:29:54

Ciao Maria! Come Giuseppe -mio amico e collega in Auser- sa, sul Perù posso avere anch'io qualcosa da dire visto che mia madre è di lì e io da buon...'oriundo' ho da poco festeggiato il mio 33° compleanno proprio il giorno dopo 'las Fiestas Patrias': il 29 luglio! Che dire, sono orgoglioso di poter considerare "casa" (almeno per il 50%: ho pure delle origini abruzzesi da difendere) quella terra bellissima. E mi rattristo spesso al ricevere notizie sui tanti problemi politici, economici, socio-culturali che da troppo tempo la affliggono (per altro anche 'noi italiani' ci stiamo ahimè impegnando molto per offrire un'immagine sempre peggiore del nostro 'stivale'...). Comunque, cara Maria, ti saluto con affetto, brindando con un'IncaCola (che buona!!!), e ringraziandoti di frequentare la nostra associazione! p.s.: per gli interessati c'è un buon sito in internet che si occupa proprio di cultura e attualità italo-peruviana. Se Giuseppe mi autorizza (con internet bisogna avere sempre un pò di prudenza) ve lo segnalo al prossimo post, ciao!

Fabrizio (8 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
05 Agosto 2009 alle ore 23:24:02

Grazie, carissima Patrizia, con il tuo messaggio hai dato un contributo ricchissimo ai contenuti di questo blog. Dopo le indicazioni di Paola ( Miniera e terra straniera) scopriamo che c’è stata una ricchissima produzione musicale sui temi della emigrazione.
Io ho fatto una ricerca su You Tube ed ho trovato alcuni filmati che si riferiscono alle canzoni che tu ci hai indicato. Ne ho scelto alcuni che vi suggerisco di vedere e di ascoltare.
1. Mamma mia dammi cento lire: vai su http://www.youtube.com/watch?v=tT7frz7KFgo
2. E da Genova il Sirio : vai su http://www.youtube.com/watch?v=T0_zDYw6qEku
3. Partono ‘e bastimenti: vai su http://www.youtube.com/watch?v=xxcPnT6ILrM
4. Ma se ghe penso: vai su http://www.youtube.com/watch?v=fTqFzwJAcWU
5. La porti un bacione a Firenze: vai su http://www.youtube.com/watch?v=a75AqxXBIQs
Molto interessante questa ricerca!
Sarebbe molto utile continuare,e non solo nel campo musicale. Pensate quanto sarebbe utile riuscire a raccogliere foto della nostra emigrazione di sardi, testi, poesie, racconti, il tutto da inserire in una mostra da esporre il 19 e 20 settembre nelle sale del Castello di Villasor in occasione della Festa della Solidarietà e della festa dei Popoli.

Giuseppe (704 commenti inseriti)
patrizia ha detto:
05 Agosto 2009 alle ore 22:07:30

I testi delle canzoni di quando eravamo extracomunitari

Mamma mia dammi cento lire
che in America voglio andar
cento lire te le do, ma l'America no no no...

E da Genova il Sirio partivano
per l'America, varcare, varcare i confin
. …
E da bordo cantar si sentivano
tutti allegri del suo, del suo destin.
Urtò il Sirio un orribile scoglio
di tanta gente la mise, la misera fin:

Partono e' bastimenti
pe' terre assai luntane
cantano a buordo: so' napulitane
cantano pe' tramente
'o golfo già scumpare
e 'a luna mmiezz 'o mare
nu poco 'e Napule
lle fa vedè

E ce ne costa 'e lacrime st'Ammerica
a nui napulitane
Pe' nui ca ce chiagnimme 'o cielo 'e Napule
comm'è ammaro 'stu ppane

Ma se ghe penso
alloa mi vedo o ma,
veddo i mae monti
e a ciassa da Nonsià
rivedo o Righi
e me s'astrenze o cheu;

La porti un bacione a Firenze
che l'è la mia città
che in cuore ho sempre qui
la porti un bacione a Firenze
lavoro sol per rivederla un dì
son figlia d'emigrante
per questo son distante
lavoro perchè un giorno a casa tornerò
la porti un bacione a Firenze
se la rivedo glielo renderò

ecc.ecc..........................

patrizia (8 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
05 Agosto 2009 alle ore 22:00:15

Fabrizio ... (... da Roma...) batti un colpo sul ... Perù ...

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
05 Agosto 2009 alle ore 18:03:52

Cara Maria, ho avuto la grande fortuna di visitare, di conoscere e di apprezzare le testimonianze della straordinaria civiltà del popolo Inca.
Ed ho scoperto che gli Incas hanno sviluppato una cultura impareggiabile, che andrebbe fatta conoscere, senza tacere la grande responsabilità che l'occidenete si è assunto nel distruggerla, con la conquista del Perù da parte di Francisco Pizarro e con la cattura dell'ultimo imperatore Atahualpa.
Ho ancora negli occhi il MACHU PICHU, uno dei monumenti architettonici e archeologici più importanti del pianeta, oppure, la magica città CUSCO , la mitica capitale dell'impero Incaico, o, ancora, OLLANTYTAMBO, un'opera monumentale con macigni perfettamente scolpiti e allineati, e che l'uomo moderno oggi, con i mezzi di cui dispone,. forse non riuscirebbe ad imitare.

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Maria ha detto:
05 Agosto 2009 alle ore 16:24:54

Sono Maria una peruviana che vive a Sassari, ho frequentato il corso per badanti organizzato dall'Auser. Vorrei informarvi che noi peruviani abbiamo celebrato il 28 luglio la festa dell’Indipendenza. Si tratta del 188esimo anniversario della liberazione dal dominio spagnolo. Nel 1535 il Perù fu occupato dagli spagnoli e l’impero degli Inca ebbe termine. Numerosi furono i tentativi degli indios di ribellarsi alla dominazione. Se ne ricordano due importanti, il primo nel 1780, il secondo nel 1814, entrambi falliti. Ma l’indipendenza arriva qualche anno più tardi, nel 1821, quando José de San Martín, un militare argentino, occupa la città di Lima il 28 luglio, appunto, durante una spedizione volta a liberare il Perù dagli spagnoli.
Proverbio: Se sai ascoltare, impari.
A presto

Maria (62 commenti inseriti)
rinalba ha detto:
04 Agosto 2009 alle ore 08:52:39

Grazie carissima Paola,
per me " mineraria" questa canzone era come un inno e quando la cantavo,pur essendo allora molto giovane, non riuscivo a non commuovermi...
Sai anche mio nonno materno,è stato un "migrante interno" visto che dalla sua Mores scese a Montevecchio per fare il minatore; per anni continuò ad usare il suo "mantello" di pelle di pecora quando andava in campagna, proabilmente ,oltre che per ripararsi dal freddo, per sentire il calore del suo paese natio,e della sua gente de capesusu.

Coraggio Auser di Villasor, sono sicura che sarete all'altezza della situazione.....

rinalba (417 commenti inseriti)
Sardus Pater ha detto:
04 Agosto 2009 alle ore 08:29:34

Bella questa testimonianza di Paola! Ma quanti di noi nella propria famiglia ha uno o più parenti sparsi per ogni angolo del mondo! Quanti dei miei figli di Sardegna, sebbene più di altri posseggono un attacamento straordinario alla propria Terra, non sono più rientrati. Il commento di Paola mi ha richiamato alla memoria canzoni e musiche che il tempo, ahimè così "corrosivo", aveva cancellato!
Ricordate un'altra canzone struggente che si cantava quando ero bambino: TERRA STRANIERA? Per ascoltarla cantata, anche questa da Luciano Tajoli, copia e incolla nella stringa di ricerca questo link http://www.youtube.com/watch?v=TyILsV2DfpM Nello stesso filmato potrai ascoltare anche la canzone Miniera che propone Paola.

Sardus Pater (59 commenti inseriti)
paola ha detto:
04 Agosto 2009 alle ore 06:54:55

Miniera

All'or che in ogni bettola messicana
ballano tutti al suono dell’avaiana
Vien di lontano un canto così accorato
È il minatore bruno laggiù emigrato
La sua canzone è il canto di un esiliato

Cielo di stelle, cielo color del mare
Tu sei lo stesso cielo del mio casolare
Portami in sogno verso la patria mia
Portale un cuor che muore di nostalgia

Nella miniera è tutto un baglior di fiamme
Piangono bimbi, spose, sorelle e mamme
Ma a un tratto il minatore dal volto bruno
Dice agli accorsi: se titubante è ognuno
Io solo andrò laggiù che non ho nessuno

E nella notte un grido solleva i cuori
Mamme son salvi tornano i minatori
Manca soltanto quello dal volto bruno
Ma per salvare lui non c’è nessuno

Va l'emigrante ogn'or con la sua chimera
Lascia la vecchia terra, il suo casolare
E spesso la sua vita in una miniera

Cielo di stelle cielo color del mare
Tu sei lo stesso cielo del mio casolare
Portami in sogno verso la patria mia
Portale un cuor che muore di nostalgia

Questa canzone la dedico a tutti i migranti, alla memoria del mio nonno materno, migrante "interno", partito all'inizio del 1900, scalzo e a piedi, da Santulussurgiu per andare a lavorare nella miniera dell'Argentiera, a mia madre che si commuoveva cantandola e a tutte le persone costrette a spostarsi dalla loro terra per poter sopravvivere.
E' un classico degli anni '30, scritta da Bixio e Cherubini, interpretato da Luciano Tajoli, Claudio Villa e molti altri, e ripreso recentemente anche da Gianmaria Testa nel suo album "Da questa parte del mare" (la versione che io preferisco, ma non ho trovato il relativo video).

Se non la ricordate potete risentirla copiando e incollando nella stringa di ricerca questo link

http://www.youtube.com/watch?v=SLI36vc5BKw&

un caro saluto a tutti.

paola (722 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
03 Agosto 2009 alle ore 23:35:18

Benvenuto, Andrea! E' da tanto che ti attendevamo e tu, giustamente, da buon padrone di casa della Festa della Solidarietà e dei Popoli, del 19 e 20 settembre, ti presenti per accogliere, io mi auguro, un altissimo numero di persone e di volontari a Villasor.
So che state lavorando moltissimo, tu ed i dirigenti ed i volontari della sezione di Villasor, e, pertanto, sarà una bellissima festa.
Non mollate! L'appuntamento è davvero molto importante!

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Il Presidente Auser Villasor ha detto:
03 Agosto 2009 alle ore 23:27:31

Eccoci qua e scusate il ritardo.
Vi assicuro che siamo presi da tanto entusiasmo e tanto sentimento per lo sviluppo di questa festa.
Stiamo lavorando giorno e notte e ci rimane poco tempo per scrivere nel blog, per adesso …!
Comunque un commento è doveroso vista la profondità e l’importanza dell’oggetto della festa:
LA SOLIDARIETA’
È un concetto molto ampio e non è difficile trovare una definizione che possa riassumere i tanti punti di vista esistenti. Infatti la Solidarietà è tutto questo, un bellissimo blog, tutta l’espressione dei commenti con l’impegno e con la voglia di cambiare.
Come afferma Vittoria che miscela la solidarietà con la legalità e la diversità; Come ci ricorda Souleyman di uno Stato che non riconosce la solidarietà; Con l’invito di Giuseppe di trovarci in tanti a Villasor; Con il grazie di Hassam; con l’incitamento di Rinalba; per garantire a Kamal che questo e solo l’inizio di un’attiva solidarietà; con la speranza di incontrare Paola; con l’abbraccio di Mimma e l’invito a non avere paura; con l’auspicio di conoscere Babatunde e con la prospettiva della carissima Chicca che ci invita alla condivisione di un incontro festoso.

La solidarietà ha un principio umanitario, perché è la determinazione perseverante e immobile di un impegno per il bene comune e per il bene di tutti e di ciascuno, perché tutti si devono assumere la responsabilità di questo bene.

Mi raccomando Vi aspettiamo in tanti, perché più siamo e
più “rumore” facciamooo!!!

Il Presidente Auser Villasor (1 commenti inseriti)
Chicca ha detto:
01 Agosto 2009 alle ore 14:09:21

La Festa dei Popoli è un momento di condivisione tra la comunità sarda e le comunità straniere, un’ occasione di dialogo tra intelligenze diverse. Essa vuole diffondere i valori dell’intercultura, della pace, del dialogo, della legalità e dei diritti umani ed innescare e diffondere pensieri di pace, tolleranza e di convivenza civile.
Si vuole introdurre una nuova prospettiva che vada oltre la violenza del nostro tempo e si desidera esprimere l’ anima profonda, le bellezze, la vivacità culturale dei popoli.
Queste giornate diventano così una delle poche possibilità di incontro festoso tra le diverse etnie che abitano il territorio.

Chicca (13 commenti inseriti)
Mimma ha detto:
31 Luglio 2009 alle ore 22:26:31

Dai ragazzi più siamo meglio è. L' unione fa la forza.

Ciao Fabrizio, aspettiamo un tuo commento ...

Mimma (207 commenti inseriti)
Sardus Pater ha detto:
31 Luglio 2009 alle ore 21:50:38

Che bella questa poesia di Léopold Sédar Senghor e quanto significativo il proverbio senegalese della farfalla ! Quanta ricchezza ci trasmettete!
E rifletto a quanta ricchezza hanno nel passato trasmesso i nostri sardi emigrati!
Ho vissuto nel passato il dolore di vedere partire molti nostri sardi verso continenti e paesi lontani. Nel periodo che va dal 1954 al 1971 lasciarono la Sardegna circa 600.000 sardi!
Ho conosciuto la sofferenza delle umiliazioni che hanno dovuto subire nei primi anni di emigrazione.
Eppure hanno contribuito e contribuiscono allo sviluppo ed alla ricchezza dei Paesi che li ospitano.
Ora a pieno titolo sono "degni ambasciatori" della terra di Sardegna!
Mi chiedo:- Perchè mai oggi io dovrei guardare con diffidenza o con ostilità alla presenza di popoli che per necessità bussano alle nostre porte come noi abbiamo fatto nel passato?
Quanta ricchezza potranno offrirci?

Sardus Pater (59 commenti inseriti)
poesia senegal ha detto:
31 Luglio 2009 alle ore 21:15:05

L'uragano
L'uragano tutto svelle intorno a me
L'uragano svelle in me foglie e parole futili.
Turbini di passione sibilano in silenzio
Ma pace è sul tornado arido, sulla fuga della stagione delle piogge!
Tu Vento ardente Vento puro, vento della-bella-stagione, brucia ogni fiore ogni pensiero vano
Quando la sabbia ricade sulle dune del cuore.
Anvella, ferma il tuo gesto di statua e voi, fanciulli, fermate i vostri giochi e le vostre risa d'avorio.
A te consumi la voce insieme col corpo, secchi i profumo della tua carne
La fiamma che illumina la mia notte, come una colonna e come una palma.
Infiamma le mie labbra di sangue, Spirito soffia sulle corde della mia kôra
Che si levi il mio canto, puro come l'oro di Galam.

Léopold Sédar Senghor poeta Senegalese

poesia senegal (1 commenti inseriti)
Proverbio senegalese ha detto:
31 Luglio 2009 alle ore 19:23:18

La farfalla non conta gli anni, ma gli istanti: per questo il suo breve tempo le basta.

Proverbio senegalese (1 commenti inseriti)
Norddine ha detto:
31 Luglio 2009 alle ore 18:28:39

Salam, alikm sono Norddine l'egiziano.

Norddine (1 commenti inseriti)
Babatunde ha detto:
31 Luglio 2009 alle ore 16:51:07

Mi chiamo Babatunde sono nigeriano e vu cumprà. In questo spazio ho trovato amici che ancora non ho incontrato, ma spero di conoscere presto. A Villasor forse non verrò, ma spero che la musica, danze e piatti tipici nigeriani racconteranno il mio paese e la mia cultura.

Babatunde (1 commenti inseriti)
Mimma ha detto:
31 Luglio 2009 alle ore 14:15:05

Credo che una società capace di accogliere e far vivere insieme persone di diversa nazionalità, etnie e religioni sia più ricca di futuro, della convivenza di tante differenze non dobbiamo aver paura.

Con questo mio pensiero personale voglio salutare tutti gli extracomunitari con un caloroso abbraccio.

Kamal, Hassam e Souleyman spero di incontrarvi a Villassor

Mimma (207 commenti inseriti)
anna.p ha detto:
31 Luglio 2009 alle ore 10:38:12

molto bella la presentazione di Villasor
sarà sicuramente una bella festa ci organizzeremo bene.

anna.p (33 commenti inseriti)
paola ha detto:
30 Luglio 2009 alle ore 11:00:44

spero di poter partecipare. un saluto affettuoso ai nostri nuovi amici.

paola (722 commenti inseriti)
Vittoria ha detto:
30 Luglio 2009 alle ore 07:01:22

Cari frequentatori del CEPAS e non, ancora una volta credo che a Villasor, tutti insieme riusciremo a creare un momento di riflessione e di sensibilizzazione, ma soprattutto di conoscenza reciproca, comprendendo che, nonostante tante differenze, non siamo poi così diversi (anzi...), e di scambio, scambio di cultura e di sorrisi.
Un sorriso è quello che spero di regalare a chi ha dovuto abbandonare la propria terra, continuando tuttavia a vivere nell'incertezza; un sorriso è quello che spero di ricevere da persone appena conosciute, eppure in grado di trasmettere una forma di discreta amicizia ed una rara gioia di vivere, a dispetto di qualunque sfortuna.

Vittoria (106 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
29 Luglio 2009 alle ore 22:11:57

Carissimi Kamal, Hassam, Souleyman, grazie per la vostra partecipazione al nostro blog. Spero che tanti altri, come voi, partecipino a questa nostra piazza virtuale. E spero anche di potervi conoscere e salutare a Villasor in occasione della festa.

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Kamal ha detto:
29 Luglio 2009 alle ore 21:09:04

Ben venga una festa che permette l'incontro tra persone di lingue, culture, etnie e generazioni diverse per dire che ''convivere e' possibile''.

Kamal (1 commenti inseriti)
rinalba ha detto:
29 Luglio 2009 alle ore 15:59:27

Mi piace questo blog internazionale e familiare ; mi piace sapere che siamo in tanti a condividere la sofferenza dei nostri amici e saremo in tanti ad esprimere il nostro disappunto di fronte a leggi che niente hanno di condivisibile.....
Una terra come la nostra , toccata dall'emigrazione e dall'immigrazione da sempre ,non può non essere aperta al nuovo.....
Ahiò prima o poi anche altri capiranno la ricchezza di ogni uomo indipendentemente dal colore, dalla cultura e dalla provenienza.
Anche fra coloro che votano certe leggi comincia a farsi strada qualche dubbio !!!!!! Agli uomini di buona volontà il compito di far si che questi dubbi si trasformino in certezza dei loro errori.......
L'AUSER e anche lo SPI in questo senso hanno un grande compito da portare avanti.

Buona giornata a tutti.

rinalba (417 commenti inseriti)
Hassam ha detto:
29 Luglio 2009 alle ore 14:37:18

Grazie Auser, che dai l'opportunità a uomini e donne, stranieri e sardi, di incontrarsi e conoscersi in un clima di gioia e di festa.

Hassam (1 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
29 Luglio 2009 alle ore 00:15:35

Intanto un saluto affettuoso a Souleyman ed un semplicissimo messaggio: - Mi vergogno delle decisioni assunte dal Parlamento Italiano contro di Voi! Tu le hai elencate puntigliosamente! Ma l'appuntamento di Villasor è rivolto ad un popolo, costituito da sardi, da italiani e da extracomunitari, che non condividono quelle scelte ed anzi le contrastano, anche con quella iniziativa del 19 e del 20 settembre. Ritroviamoci, perciò, in tanti a Villasor, per dire, anche in un giorno di Festa, quanto tragicamente sbgliate siano quelle scelte!
Grazie, a te, ANDREA, per la collaborazione che offri per l'iniziativa. So che sarete in tantissimi a collaborare!

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Andrea ha detto:
28 Luglio 2009 alle ore 20:02:34

caro Giuseppe....
anche il 19-20 Settembre si prospetta una grande festa..
ormai dopo Oliena non dobbiamo aver paura delle nostre
manifestazioni.....perchè sicuramente possiamo dire la
nostra in qualsiasi momento....dico nostra perchè la sentiamo come una nostra creatura anche non siamo
direttamente interessati, sicuramente faremo del nostro
meglio per esserci e numerosi......
il sottoscritto è disponibile per eventuali colaborazioni...

Volevo dare il benvenuto all'amico Fabrizio , che tanto
scompiglio ha creato nel nostro blog..
ma come si dice "la curiosità è f......."
senza offesa .......

Adesso vediamo se qualcuno incontrato ad Oliena si ricorda di me : un cappellino grigio arancio è partito il 2 giugno per
Sassari,sarà arrivato a destinazione?
saluti a tutti da Villamassargia.

Andrea (62 commenti inseriti)
Souleyman ha detto:
28 Luglio 2009 alle ore 19:46:46

Mi chiamo Souleyman, sono un senegalese e oggi il Governo italiano a dato il suo contributo alla festa dei Popoli:
ha approvato il pacchetto sicurezza
- Chi entra in Italia clandestinamente commette un reato, per avere la cittadinanza si dovra' pagare una tassa da 200 euro e le ronde sono legali
Il Senato ha trasformato in legge il ddl sicurezza già approvato il mese scorso dalla Camera: l'immigrazione clandestina diventa reato e si potranno organizzare le ronde. Ecco, per punti, cosa prevede il ddl sicurezza:

Clandestinità
- Chi entra o soggiorna in maniera illegale in Italia commette il reato di immigrazione clandestina e rischia un’ammenda da 5 mila a 10 mila euro. I clandestini sono sottoposti a processo davanti al giudice di pace con espulsione per direttissima.

Tassa di soggiorno
- Gli immigrati dovranno pagare un contributo di soggiorno: l’importo va da un minimo di 80 a un massimo di 200 euro. Si pagherà per il rinnovo del permesso di soggiorno ma non se questo è per asilo e per la richiesta di asilo, per la protezione sussidiaria e per motivi umanitari.

Reati ostativi all’ingresso
- Dovranno essere prese in considerazione anche le condanne non definitive;

Nei Cie fino a 6 mesi
- La permanenza nei Cie, i centri di identificazione ed espulsione, degli immigrati clandestini, è prolungata dagli attuali 60 giorni a 6 mesi. in caso di mancata cooperazione al rimpatrio da parte del paese terzo interessato o in caso di ritardi per acquisire la documentazione necessaria , il questore può chiedere una prima proroga di 60 giorni, cui se ne può aggiungere una seconda.

Carcere a chi affitta a clandestini
- Reclusione fino a tre anni per chi, a titolo oneroso, dà alloggio o cede anche in locazione un immobile a uno straniero privo del permesso di soggiorno al momento della stipula o del rinnovo del contratto di affitto.

Matrimonio con stranieri
- Lo straniero che sposa un cittadino italiano può acquisire la cittadinanza italiana due anni dopo il matrimonio se risiede legalmente nel nostro Paese oppure dopo tre anni se residente all’estero. Tempi dimezzati in presenza di figli. Per potersi sposare con un italiano lo straniero deve presentare all’ufficiale dello strato civile, oltre al nulla osta del Paese di provenienza, anche il permesso di soggiorno. Più facili invece i matrimoni con le musulmane che risiedono regolarmente in Italia: non sarà necessario che la sposa ottenga il nulla osta dal Paese di provenienza, basterà un’autocertificazione alla quale sia allegato un documento dell’ambasciata italiana o del consolato nel paese di provenienza.

Ricongiungimenti
- Per quanto riguarda i ricongiungimenti familiari si aggiunge al certificato di idoneità alloggiativa quello igienico-sanitario (in precedenza era richiesto alternativamente il certificato rilasciato dal Comune o dall’ASL locale) entrambi rilasciati dai competenti uffici comunali. Si prevede quindi ipoteticamente l’emanazione di appositi regolamenti per l’individuazione dei criteri con conseguente arbitrarietà delle amministrazioni nella decisione;

Visto d’ingresso per ricongiungimento familiare
- Non sarà più possibile richiedere il visto di’ingresso se il nulla osta non verrà rilasciato dopo 180 giorni dal perfezionamento della pratica.

Condizioni igienico-sanitarie della casa
- L’iscrizione e la richiesta di variazione anagrafica possono dar luogo alla verifica, da parte dei competenti uffici comunali, delle condizioni igienico-sanitarie dell’immobile in cui il richiedente intende alloggiare.

Permesso Ce di lungo periodo
Il rilascio della carta di soggiorno potrà avvenire solo dopo il superamento di un test di lingua italiana;

Esibizione dei documenti
- E’ previsto l’arresto fino ad un anno e multe fino a 2.000 euro;

Cancellazione anagrafica
La cancellazione è prevista dopo sei mesi dalla data di scadenza del permesso di soggiorno;

Favoreggiamento ingresso irregolare
Vengono inasprite tutte le norme legate al favoreggiamento dell’ingresso irregolare, non vengono invece toccate le sanzioni per gli sfruttatori. Non vedrà aggravata la sua situazione., chi, nello sfruttamento di situazioni di soggiorno irregolare, trarrà un ingiusto profitto (come l’ impiego di lavoratori irregolari sottopagati)

Money transfer
- Gli agenti che si occupano dei servizi di money transfer acquisiscono e conservano per dieci anni il permesso di soggiorno dell’extracomunitario che richiede il trasferimento di denaro. In caso di mancanza di tale documento gli agenti dovranno denunciare lo straniero entro dodici ore, pena la cancellazione dall’elenco degli agenti in attività finanziaria.

Figli irregolari e anagrafe
- Cancellata la norma sui presidi e sui medici spia, resta nel testo l’obbligo di esibire agli uffici della pubblica amministrazione il permesso di soggiorno non solo ai fini del rilascio di licenze, autorizzazioni, iscrizioni ed altri provvedimenti di interesse ma anche per i provvedimenti inerenti agli atti di stato civile o all’accesso ai pubblici servizi. Con questa norma, accusa l’opposizione, sarà impossibile per i figli dei clandestini essere iscritti all’anagrafe.

……………………………………..

Ronde
- I sindaci, previa intesa con il prefetto, potranno avvalersi della collaborazione di associazioni tra cittadini non armati per segnalare alle forze di polizia o locali eventi che possano arrecare danno alla sicurezza urbana o situazioni di disagio sociale. Tali associazioni sono iscritte in un apposito elenco tenuto a cura del prefetto che sente anche il parere del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.
Aspetto commenti

Souleyman (1 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
28 Luglio 2009 alle ore 08:56:13

Cara Vittoria, mi aspetto per questa nostra iniziativa regionale da te e dai tuoi collaboratori un grandissimo contributo di idee e di azioni. Conosco il vostro straordinario impegno nel C.E.P.A.S. (Centro di Educazione Permanente e di Aggregazione Sociale) dell'Auser di Sassari a favore soprattutto degli extracomunitari!
Al lavoro, dunque!!!...

Giuseppe (704 commenti inseriti)
vittoria ha detto:
28 Luglio 2009 alle ore 06:28:34

Caro Giuseppe, la Festa dei Popoli sarà un momento di scambio-incontro tra popoli e culture differenti e contribuirà alla creazione di quelle sinergie indispensabili per costruire una società più solidale ed accogliente, nel totale rispetto delle diversità e della legalità.

vittoria (106 commenti inseriti)
Lascia il tuo Commento
Attenzione : tutti i campi contrassegnati con il simbolo (*) sono obbligatori.
Nome (*)
Email

Commento (*)

Anteprima del commento