Nella stessa categoria ...

Categorie Blog

Archivio Blog

Ultimi Blog Commentati

Ultimi Commenti Inseriti

Add to Technorati Favorites

Reportage dall'India n° 2

05 Agosto 2010 - Categoria Società
Autore vittoria

  Omaggio alle donne indiane

l’India è ancora un Paese negato alle donne. Le donne indiane vivono ancora oggi in una condizione di discriminazione e devono quotidianamente sopportare violenze e privazioni. Contrariamente a quanto avviene nel resto del mondo, le donne in India rappresentano la minoranza della popolazione (48%). Ci sono 929 donne ogni 1000 uomini: effetto devastante di una selezione spietata, praticata talvolta ancora prima della nascita. L’infanticidio delle figlie femmine è una pratica ancora tristemente diffusa in molte aree rurali dell’India, soprattutto nel Tamil Nadu e nel Rajasthan. Secondo studi dell’Unicef, ogni anno nascono 15 milioni di bambine: 5 milioni di queste non vivono oltre i 15 anni. Quaranta donne su 100 non raggiungono alcun grado di istruzione; la presenza femminile nell’università è solo del 5%. Anche nell’ambito lavorativo, le donne subiscono pesanti discriminazioni: a parità di lavoro una donna percepisce un terzo del salario di un uomo. Malgrado ciò, le donne costituiscono un’importantissima fonte di mano d’opera per il paese: i lavori più pesanti, la costruzione di strade o di edifici o il lavoro nei campi, sono svolti in gran parte da donne. In ogni caso, il matrimonio è il destino di ogni donna indiana. Con il matrimonio la donna diventa “proprietà del marito”: deve stare in cucina, accudire la casa e i figli e servire il marito, oltre a lavorare per procurare alla famiglia i mezzi di sostentamento. Da un rapporto di Amnesty International, si stima che in India il 45 % delle donne sposate subiscono violenze fisiche e morali dai loro mariti. Il divorzio è legalizzato, ma per una donna questa scelta è molto difficile e rischiosa: significa spesso essere ripudiata dalla famiglia di provenienza, perdere la custodia dei figli e soprattutto essere emarginata senza possibilità di ricostruirsi una vita.

Fonti: unaltromondo onlus 2010

24 Commenti per "Reportage dall'India n° 2"
Hanno commentato : Mimma (5) | Giuseppe (4) | Anna (2) | Anna P. (2) | Giuseppe Porcu (2) | Anna Piddiu (1) | vittoria (1) | errata corrige da lecce (1) | Chicca (1) | Fiamma (1) | Manuela V. (1) | Dea Madre (1) | Rosy (1) | Stella (1) |
Anna ha detto:
10 Novembre 2018 alle ore 09:52:15

ISTITUZIONE FINANZIARIA PER AIUTARE (rapide.finance95@gmail.com)

Email : rapide.finance95@gmail.com


Accessibile Prestito a tutti 24 ore
Sono uno associare in molte banche e possiedo molti capitali nelle sue banche. Avevate bisogno di prestiti tra privati per affrontare le difficoltà finanziarie infine per uscire dal vicolo cieco che causano le banche, con il rifiuto delle vostre cartelle di domanda di crediti, noi siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di farvi un prestito all'importo di cui avete bisogno e con condizioni che vi faciliteranno la vita.
Facciamo prestiti che vanno di 1 mese a 30 anni e noi prestiamo di 2000€ a 10.000.000€.
Il nostro tasso d'interesse è pari al 2% l'anno, ecco i domini nei quali possiamo aiutarli:
* Finanziere
* Prestito immobiliare
* Prestito all'investimento
* Prestito automobile
* Debito di consolidamento
* Riacquisto di credito
* Prestito personale
* Siete schedati
* divieti bancari e non avete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di **** prendete contatto con me ed io aiuterete.

Email : rapide.finance95@gmail.com

Anna (157 commenti inseriti)
Anna ha detto:
10 Novembre 2018 alle ore 09:51:49

ISTITUZIONE FINANZIARIA PER AIUTARE (rapide.finance95@gmail.com)

Email : rapide.finance95@gmail.com


Accessibile Prestito a tutti 24 ore
Sono uno associare in molte banche e possiedo molti capitali nelle sue banche. Avevate bisogno di prestiti tra privati per affrontare le difficoltà finanziarie infine per uscire dal vicolo cieco che causano le banche, con il rifiuto delle vostre cartelle di domanda di crediti, noi siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di farvi un prestito all'importo di cui avete bisogno e con condizioni che vi faciliteranno la vita.
Facciamo prestiti che vanno di 1 mese a 30 anni e noi prestiamo di 2000€ a 10.000.000€.
Il nostro tasso d'interesse è pari al 2% l'anno, ecco i domini nei quali possiamo aiutarli:
* Finanziere
* Prestito immobiliare
* Prestito all'investimento
* Prestito automobile
* Debito di consolidamento
* Riacquisto di credito
* Prestito personale
* Siete schedati
* divieti bancari e non avete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di **** prendete contatto con me ed io aiuterete.

Email : rapide.finance95@gmail.com

Anna (157 commenti inseriti)
Mimma ha detto:
22 Agosto 2010 alle ore 21:44:26

Chiedo venia, caro Giuseppe Porcu, per non aver potuto presenziare al convegno ma, purtroppo, gli imprevisti sono sempre da mettere in previsione. Ora ti racconto cosa è successo. Correva l'anno 2010 del giorno 19 agosto, mentre mi accingevo ad uscire da casa per mettermi in viaggio, un imprevisto non messo in previsione si presentò mandando a monte tutti i miei progetti progettati giorni prima. Non riuscendo a trovare una soluzione per questo imprevisto non messo in previsione ho dovuto rinunciare alla, sicuramente interessante, serata in vostra compagnia. Certa in una tua assoluzione per non aver mantenuto la promessa, ti saluto con affetto e stima.

Ciao, Mimma

Mimma (207 commenti inseriti)
Giuseppe Porcu ha detto:
21 Agosto 2010 alle ore 12:51:13

Mimma,le promesse si...........
Ciao G.P.

Giuseppe Porcu (42 commenti inseriti)
Mimma ha detto:
20 Agosto 2010 alle ore 22:56:39

Vittoria e Giuseppe, non ditemi che i video reportage del vostro viaggio della meravigliosa, magica, incantevole e affascinante India sono finiti, non ci posso credere! Dai ... su ... forza e coraggio, pendiamo dalle vostre labbra fateci sognare ancora e ancora e ancora ...

Mimma (207 commenti inseriti)
Dea Madre ha detto:
13 Agosto 2010 alle ore 22:50:39

Visto che siamo in tema, approfondiamo la storia e origini del Ferragosto.
La parola Ferragosto deriva dal latino, Feriae Augusti, la festa pagana, introdotta dall'imperatore romano Augusto, con cui, dal primo giorno del mese di agosto si celebrava la raccolta dei cereali. Tale celebrazione che di solito veniva celebrata in settembre alla fine del ciclo della stagione estiva, venne spostata dall'imperatore Augusto all'inizio del mese che porta il suo nome. Le Feriae Augusti si dipanavano tra riti collettivi e banchetti, bevute ed eccessi sessuali, a cui tutti potevano partecipare, comprese schiave e serve. Queste festività che raggiungevano il loro picco il 15 di ogni mese, erano così radicate che la Chiesa decise di cristianizzarle, piuttosto che provare a sradicarle. Così, nel secolo VI, le Feriae Augusti vennero assorbite e trasformate nella celebrazione dell'Assunzione in cielo di Maria Vergine che, terminata le sua vita terrena, fu elevata alla gloria celeste con l'anima e il corpo. A questo proposito, erano e sono celebrate tutt'oggi, in varie località italiane, imponenti processioni religiose. Tra le più importanti, ci sono quelle che si svolgono a Palermo dove le "barette" con la statua della Madonna sono portate dalla da ragazzi o quelle a Sassari dove i "candelieri" di cartapesta, in forma di palma, fanno il giro della città; a Tivoli (Roma) "l'inchinata" della statua della Vergine incontra la statua di Gesù. La sontuosità della ricorrenza è sentita particolarmente anche a Genova, Milano, in Abruzzo ed è festeggiata con fuochi artificiali.
Oggi Ferragosto è tempo di vacanze, di viaggi, divertimenti che spesso trasformano questa antica ricorrenza in una corsa all'evasione a tutti i costi, più convenzionata che consapevole.
Buon Ferragosto a tutti, dovunque voi siate!

Dea Madre (35 commenti inseriti)
Mimma ha detto:
13 Agosto 2010 alle ore 18:13:25

Come dire di no ad un invito del caro Giuseppe Porcu, ma certo che veniamo. Saremo felicissimi di trascorrere una serata in vostra compagnia.
Buon Ferragosto all'Auser di Budoni e ... come diciamo a Sassari
a zent'anni da abà.
Un caro saluto, Mimma.

Mimma (207 commenti inseriti)
errata corrige da lecce ha detto:
13 Agosto 2010 alle ore 16:32:52

mimma le tue frasi sono talmente realiche viene la nostalgia delle ferie ,buon ferragosto a te che sei sempre la più grande ciao mimma .

errata corrige da lecce (1 commenti inseriti)
Giuseppe Porcu ha detto:
13 Agosto 2010 alle ore 15:35:21

Budoni ringrazia e si associa agli auguri di buon ferragosto a tutti.A Mimma e company che aveva promesso che sarebbe tornata volentieri a Budoni vorrei approfittare per invitarli al nostro convegno ""Sul vche valore del volontariato" terremo il 19/8 a partire dalle ore 17°°
Saluti Giuseppe Porcu

Giuseppe Porcu (42 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
13 Agosto 2010 alle ore 13:48:51

A ZENT'ANNI ... da abà ... (sassarese)
A CHENT'ANNOS ... a cominzare da oe ... (sardo)
CHE VIVIATE ALTRI CENT'ANNI TUTTI IN BUONA SALUTE E ... FELICI ....
a tutti voi ... Auserini e non ..... !

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Anna P. ha detto:
12 Agosto 2010 alle ore 21:33:46

buon ferragosto a tutti, ma sopratutto a Mimma che si è ricordata di far gli auguri.

Anna P. (52 commenti inseriti)
Mimma ha detto:
12 Agosto 2010 alle ore 18:34:25

Visto e considerato che non ci sono nuovi argomenti da trattare, possiamo iniziare a scambiarci gli auguri di Buon Ferragosto. Inizio io, con la speranza che qualche anima buona contraccambi. E.... QUINDI....
Buon Ferragosto a te che sei sotto l'ombrellone o in casa col condizionatore. Buon Ferragosto a tutti gli amici, a chi passa rapido legge e lascia un suo commento, a chi viaggia, a chi è al mare, a chi è in montagna....
Buon Ferragosto a chi è connesso qui come me dietro un pc.
Auguro un Ferragosto magico a tutti. Ma soprattutto a chi non sa cogliere i momenti magici della vita.

Mimma (207 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
07 Agosto 2010 alle ore 19:31:45

Avevo scordato l'indirizzo di posta elettronica:
eugene1064@yahoo.com

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
07 Agosto 2010 alle ore 19:29:17

Uno dei momenti più toccanti nel nostro viaggio in India (e vi assicuro ne abbiamo vissuto tanti) è stato senza dubbio quello che ci ha consentito il privilegio di visitare una struttura assistenziale gestita da suore che si ispirano all’opera di Madre Teresa di Calcutta. Si tratta di una struttura che ospita bambini abbandonati, vecchi e portatori di handicap. Non provo neppure a ricercare parole e frasi per descrivere la situazione che vi abbiamo trovato e le emozioni che abbiamo vissuto. Non ne sarei davvero capace. Ma se, cari visitatori del sito, provate a scrutare nel fondo dello sguardo della bambina la cui foto Vittoria ha inserito nella Gallery capirete certamente molto meglio.
Noi abbiamo pensato che non si può restare inerti.
Apriamo per ora una riflessione per poi rapidamente decidere:
• Invio di un fondo “una tantum” da raccogliere con una sottoscrizione?
• adozione a distanza di uno o più bambini di quella struttura?
• Acquisto di attrezzature … ?
Penso che sia utile coinvolgere in questa riflessione il sacerdote che segue quella Comunità e che noi abbiamo conosciuto e con il quale vogliamo continuare a tenere i contatti. Vi indico il suo indirizzo postale e quello elettronico affinché anche voi, se lo vorrete, possiate tenere contatti diretti.
Fr. Eugenio Lazarus
St. Lawrence Seminary
8, Ajmer Road
AGRA 282003
INDIA

Per quanto mi riguarda, mi riprometto di coinvolgerlo in questa riflessione pubblica per avere anche da lui indicazioni precise.
Mi aspetto da tutti voi, cari visitatori del sito, una larga e solidale partecipazione a questa nostra iniziativa.
Namastè

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Rosy ha detto:
06 Agosto 2010 alle ore 17:50:17

INDIA, poche parole per sintetizzare quello che mi è rimasto:
"...Chi AMA l'India lo sa: non si sa esattamente perché la si ama. E' sporca, è povera, è infetta; a volte è ladra e bugiarda, spesso maleodorante, corrotta, impietosa e indifferente. Eppure, una volta incontrata non se ne può fare a meno. Si soffre a starne lontani. Ma così è l'amore: istintivo, inspiegabile, disinteressato..."

Rosy (2 commenti inseriti)
Manuela V. ha detto:
06 Agosto 2010 alle ore 08:10:29

Bellissima la bimba indiana, ma splendido (come sempre) il gesto di Giuseppe di coordinare gli aiuti da inviare all'Istituto!!
p.s. quali sono le coordinate bancarie x inviare gli aiuti

Manuela V. (1 commenti inseriti)
vittoria ha detto:
06 Agosto 2010 alle ore 07:48:23

Ho inserito nella gallery la foto di una bimba indiana che vive assieme ad altri bambini, ragazzi ed anziani nell'Istituto di Madre Teresa di Calcutta nella città di Agra. Gli ospiti della casa hanno necessità di tutto e aspettano la generosità degli Auserini della Sardegna.
Se volete,per eventuali donazioni rivolgetevi a: Giuseppe Sassu c/o Auser Via Tintoretto Sassari
GRAZIEEEEEEEEEEEEE
Vittoriaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

vittoria (106 commenti inseriti)
Stella ha detto:
06 Agosto 2010 alle ore 06:44:51

INCREDIBILE INDIA
Tutti i bambini hanno diritto ad essere registrati all'anagrafe appena nati. In India invece ci sono dei bambini che nascono nei villaggi e non vengono registrati in Comune, se vengono rapiti o uccisi è come se non fossero mai nati.
Quando arriva a casa le lettera per i vaccini, non vanno a vaccinare i figli e quindi questi potrebbero prendere delle malattie e morire.
Altri bambini che nascono nelle città vengono registrati e sono i più fortunati.
Quando succedono incidenti nelle fabbriche, se i ragazzi non sono registrati all'anagrafe, chi muore sembra che non sia mai esistito.
Per strada ci sono molti bambini che chiedono l'elemosina o vanno nei cassonetti delle immondizie a cercare del cibo perché sono abbandonati dalle famiglie che non possono mantenerli e nessuno si occupa di loro.
I bambini dell'India, rispetto ai bambini dell'Italia, sono molto sfortunati, sfruttati e più poveri di noi.

Stella (2 commenti inseriti)
Mimma ha detto:
05 Agosto 2010 alle ore 19:30:13

Il video bellissimo che ci hai proposto, cara Vittoria, non fa apparire minimamente alla condizione di vita che, purtroppo, le donne indiane sono costrette a vivere. Sei riuscita ad ottenere tanta naturalezza e dolcezza in quei
sguardi, sembra quasi impossibile che riescano a sorridere dopo tutto quello che sopportano. Complimenti e grazie, sei insuperabile.

"OSSIMORO" definizione adeguata. Ora posso aggiungere una parola in più nel mio vocabolario, àpa kà dhan'yavàda.
Namasté

Mimma (207 commenti inseriti)
Fiamma ha detto:
05 Agosto 2010 alle ore 18:09:39

A proposito di donne
l Rajya Sabha, la Camera alta del parlamento indiano, ha approvato il 9 marzo il Women Reservation’s Bill. Il provvedimento, passato con 186 voti su 245 votanti, assicurerà una quota 33% dei seggi alle donne nel Parlamento nazionale ed in quello degli Stati dell’Unione.
Il Women Reservation’s Bill per entrare in vigore, necessita ancora dell’approvazione nella Camera bassa, tuttavia il piccolo Stato indiano di Tripura (India nord-orientale) ha accompagnato ieri la giornata storica approvando all’unanimità quote per le donne del 50% per i panchayat (consigli di villaggio) e per i consigli municipali.
Attualmente le donne parlamentari in India sono circa il 10%, ma la probabilità di approvazione definitiva della legge è molto alta.
Ma veniamo a noi…
Nel Parlamento italiano siedono 191 donne (20,2%) su 945 rappresentanti, mentre nel Governo italiano sono presenti 11 donne (16,9%) su 65.
Cosa stiamo aspettando?

Fiamma (2 commenti inseriti)
Anna Piddiu ha detto:
05 Agosto 2010 alle ore 17:39:55

SOLO QUELLI CHE SONO COSI' FOLLI DA PENSARE DI CAMBIARE IL MONDO, LO CAMBIANO DAVVERO (A.Einstein)
Speriamo che succeda anche nell'universo donne

Anna Piddiu (1 commenti inseriti)
Anna P. ha detto:
05 Agosto 2010 alle ore 17:18:10

BELLISSIME!!!

Anna P. (52 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
05 Agosto 2010 alle ore 15:00:22

I colori e la serenità, che sono presenti nelle immagini del BLOG proposto da Vittoria, costituiscono davvero un "ossimoro" rispetto alla condizione di vita delle donne in India.
Grazie, Vittoria, per l'efficacia del tuo messaggio, che
condivido totalmente.

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Chicca ha detto:
05 Agosto 2010 alle ore 13:55:25

Cara Vittoria complimenti per le immagini dei bambini e delle donne. Il loro sorriso gentile, i loro sguardi lasciano trasparire una grande pace interiore.



Chicca (13 commenti inseriti)
Lascia il tuo Commento
Attenzione : tutti i campi contrassegnati con il simbolo (*) sono obbligatori.
Nome (*)
Email

Commento (*)

Anteprima del commento