Nella stessa categoria ...

Categorie Blog

Archivio Blog

Ultimi Blog Commentati

Ultimi Commenti Inseriti

Add to Technorati Favorites

Buon Primo Maggio

30 Aprile 2009 - Categoria Società
Autore Paola e Giuseppe

   Primo Maggio 2009

… "I numeri citati dai TG fanno paura, anzi terrorizzano completamente. Altro che Festa dei lavoratori... "Festa" Ai lavoratori, quelli licenziati, in mobilità, in cassa integrazione, precari, totalmente disoccupati o che stanno per diventarlo.
E' ora di alzare la testa, perchè se si concretizza la chiusura degli stabilimenti chimici e la soppressione delle linee Tirrenia verso Genova forse le associazioni di volontariato potranno contare sulla maggiore presenza dei soci, ma sarà uno sfacelo sociale come pochi.
Buon 1° Maggio, comunque vadano le cose e a tutti i Giuseppe, al nostro presidentissimo in primis, buon onomastico."…

Questo commento di Paola merita davvero un blog tutto per sé.

E' vero! Provate a vedere i titoli del quotidiano "La Nuova Sardegna" del 30 aprile: Primo maggio nel Sulcis: niente festa - Chimica in agonia- Tirrenia: addio alle rotte da e per Genova.

Ricordate i toni trionfalistici pre-elettorali? Ora siamo alla tragedia!

Vi proponiamo 3 filmati.Il primo : ADDIO LUGANO BELLA

Avete osservato chi canta "Addio Lugano Bella!"? Sono passati tanti anni ma, forse, … c'è tanto da conquistare ancora sul tema del lavoro e dei lavoratori. Questa canzone è dedicata a chi il lavoro ce l'ha (quello sicuro, quello precario),  a chi il lavoro sta per perderlo, a  chi il lavoro l'ha perso, a chi il lavoro non ce l'ha mai avuto, a chi a causa del lavoro muore … Ma la lista può ancora continuare su questo tema, all'infinito . Aiutatemi voi ... Per gli altri due filmati proviamo a fare dei link.

Fai clic su Contro il lavoro minorile

Fai clic su Non c'è pericolo

12 Commenti per "Buon Primo Maggio"
Hanno commentato : rinalba (5) | Mimma (2) | Il maleodorante (1) | Sardus Pater (1) | Giuseppe (1) | Babbai (1) | alisa (1) |
rinalba ha detto:
10 Maggio 2009 alle ore 21:29:50

Grazie a Mimma per le notizie storiche sulla festa della mamma.....condivido il tuo pensiero e per il prossimo anno si potrebbe pensare di organizzare qualche cosa sulla scia di quanto fanno diverse coppie di sposi che rinunciano ai regali, per offrire il corrispondente in denaro , in beneficienza....cosa ne pensi?

rinalba (417 commenti inseriti)
Mimma ha detto:
09 Maggio 2009 alle ore 19:07:34

Origine storica sulla festa della mamma, tratta da una ricerca effettuata da Gabriella Del Bianco.

In quel tempo gli antichi Greci dedicavano già alle loro genitrici un giorno all' anno che coincideva con quello in onore della dea Rea madre degli dei.
Gli antichi Romani festeggiavano l' arrivo di Maggio e della Primavera con una settimana di festa in onore alle donne e alle rose. Persino gli antichi Umbri nello stesso periodo ricordavano la dea dei fiori regalando rose alle loro amate.
La progenitrice della festa della mamma inizialmente fu l' americana Julia Ward Howe nel 1872 che ideò una giornata dedicata alla pace, divenuta poi festa nazionale nel 1914 grazie alla petizione di Ana Jarwis di Philadelphia che nel 1907, per ricordare l' anniversario della morte di sua madre, convinse la sua parrocchia a celebrare l' evento nella seconda domenica di Maggio. Sempre nel 1914 il presidente Woodrow Wilson ufficializzò la festa come festività nazionale e oggi quasi tutte le mamme del mondo ricevono pensieri e fiori dai figli per testimoniare la ricorrenza e l' affetto, e anche se in date diverse l' usanza di regalare rose rosa alle mamme e portare rose bianche sulle tombe delle mamme morte, è praticamente diffusa a livello mondiale. In Norvegia la festa è la seconda domenica di Febbraio, in Argentina la seconda domenica di Ottobre, in Francia l'ultima domenica di Maggio.
In Italia la data sarebbe esattamente l' 8 Maggio in onore della Madonna di Pompei.
Infine vogliamo dedicare un pensiero a tutte le mamme, e nel mondo sono la maggioranza, che ogni giorno lottano contro l'ignoranza, la povertà e l' indifferenza, alle quali viene negato ogni diritto come donne e come madri. La sofferenza di vedere i loro figli denutriti, malati, senza istruzione e senza futuro, mandati in guerra o a lavorare ancora bambini,deve essere spaventosamente incomprensibile ai loro cuori, ma lo dovrebbe essere altrettanto ai "nostri" poiché facciamo sempre troppo poco perché questo non accada più! Allora ben venga la festa della Mamma, ma facciamo in modo che sia veramente festa per tutte le mamme del mondo!!

..................... AUGURI anche a me.............:D

Mimma (207 commenti inseriti)
rinalba ha detto:
04 Maggio 2009 alle ore 07:19:00

Alisa perchè cerchi le banane, non ti basta fare strage di FUNGHI o hai deciso che sopra gli alberi si sta meglio?
ciao

rinalba (417 commenti inseriti)
alisa ha detto:
03 Maggio 2009 alle ore 22:29:28

CIAOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO
non voglio commentare, solo sentenziare:
"ogni popolo ha il governo che si merita".
Sto cercando il paese delle banane qualcuno sa dov'è?

alisa (33 commenti inseriti)
rinalba ha detto:
03 Maggio 2009 alle ore 21:06:31

Ragazzi vediamo di darci una mossa e riprendere a comunicare....facciamo l'appello: Sergio, Ernesto, Andrea,
Vitttoria, ALISA,.....TONI....dai che l'estate non è ancora arrivata e non è tempo di vacanze....
A tutti coloro che conosco e so che sono dei lettori l'invito a USARE LA TASTIERA almeno per un ciao!!!

rinalba (417 commenti inseriti)
rinalba ha detto:
03 Maggio 2009 alle ore 13:08:29

Ancora una volta abbiamo confermato un vecchio e cattivo detto sui sardi: pocos locos malosunidos.....
mi viene in mente una canzone di B Dillan che recitava:
"quante le strade che un uomo farà e quando fermarsi potrà...."
Quanti secoli dovranno passare prima che il popolo sardo, esempio di grande civiltà, finisca di lasciarsi strumentalizzare, corrompere dal bisogno, illudere da un sorriso e vendersi allo straniero?

rinalba (417 commenti inseriti)
Babbai ha detto:
02 Maggio 2009 alle ore 16:24:12

Ho un diavolo per capello!
Alla vigilia delle elezioni le nostre fabbriche in Sardegna vedevano risolti tutti i loro problemi.
Ma come ?
Ora, invece, ci sono problemi per la chimica di Porto Torres e di Assemini, si riparla della chiusura dell'Euroalluminia,l'Alcoa vede altri operai in lista di mobilità, Portovesme ferma le linee piombo e zinco, senza citare tutti gli stabilimenti che, in uno stillicidio tragico, hanno chiuso i loro battenti.
E poi, come se tutto ciò non bastasse, pare che ci sia pronto un decreto governativo, alla faccia della continuità territoriale, per ridimensionare la Tirrenia, nei suoi collegamenti con Porto Torres ed Olbia.
Non ho parole per commentare.
Mi aspetto in Sardegna, non solo un Primo maggio di lotta, ma una lunga fase di mobilitazione e di rivendicazioni.

Babbai (22 commenti inseriti)
Sardus Pater ha detto:
02 Maggio 2009 alle ore 07:39:13

Non è stato un Primo Maggio felice, quello di ieri, per i miei lavoratori Sardi!
Piango per la mia Sardegna, già di per sè storicamente povera di sviluppo, ma in questi ultimi tempi ferita mortalmente dalla triste litania di innumerevoli fabbriche che chiudono nei vari territori.

Sardus Pater (59 commenti inseriti)
rinalba ha detto:
01 Maggio 2009 alle ore 20:44:08

Carissimi Paola e Giuseppe, come ha detto Giuseppe avevo già mandato un mio pensiero sul 1 maggio perchè stiamo vivendo sulla nostra pelle una situazione di smantellamento incomprensibile e distruttivo nel nostroterritorio.
Ma ciò non mi ha impedito di vedere con grande emozione i filmati inseriti;
Addio Lugano era il nostro cavallo di battaglia di giovani"rivoluzionari"degli anni 60...avevamo ancora molte speranze ed entusiasmo;oggi di fronte a tante porcherie ho la sensazione che si stia facendo un passo indietro....

bella la canzone Batti cinque del filmato contro il lavoro minorile vedrò d'insegnarla al mio trottolino che prima impara a fare scelte giuste e meglio sarà....sarebbe bello insegnarla in tutte le scuole....vi ricordate la campagna per l'educazione all'ecologia a suon di canzoni a favore della natura?
terribilmente vero l'ultimo filmato e pieno di patos;
chi come me è vissuto a bocca di galleria conosce le lotte per la sopravvivenza, le lotte per un lavoro umano , per un lavoro dignitoso .......e non può non soffrire di fronte a tutti i problemi del, per, sul , nel LAVORO.....
Mi chiedo se ha ancora senso FARE UNA FESTA o non sarebbe meglio cercare un altro modo per ricordare a tutti i potenti il diritto al lavoro......
Non vi nascondo la mia tristezza .....
Un abbraccio a tutti ma in particolar modo a coloro che hanno perso il lavoro ,lo stanno perdendo, o non l'hanno mai trovato: NON MOLLATE!!!!

rinalba (417 commenti inseriti)
Mimma ha detto:
01 Maggio 2009 alle ore 19:57:44

Quello che scriverò non è farina del mio sacco, ma penso sia abbastanza interessante inserirlo in questo sito.

Storia del primo Maggio:
Il primo Maggio nasce come momento di lotta internazionale di tutti i lavoratori, senza barriere geografiche, ne tantomeno sociali, per affermare i propri diritti, per raggiungere obiettivi, per condizionare la propria condizione.
"Otto ore di lavoro, otto ore di svago, otto ore per dormire" fu la parola d' ordine, coniata in Australia nel 1855, e condivisa da gran parte del movimento sindacale organizzato nel primo Novecento.
Si aprì così la strada a rivendicazioni generali e alla ricerca di un giorno, il primo Maggio, appunto, in cui tutti i lavoratori potessero incontrarsi per esercitare una forma di lotta e affermare la propria indipendenza.
La storia del primo Maggio rappresenta, oggi, il segno delle trasformazioni che anno caratterizato i flussi politici e sociali all' interno del movimento operaio dalla fine del secolo in poi.
Nell' Agosto del 1891 il congresso dell' internazionale, riunito a Bruxelles, assunse la decisione di rendere permanente la ricorrenza. D' ora in avanti il primo Maggio sarebbe stata la "festa dei lavoratori di tutti i paesi nella quale i lavoratori dovevano manifestare la comunanza delle loro rivendicazioni e della loro solidarietà".
Le profonde trasformazioni sociali, il mutamento delle abitudini, la progressiva omogeneizzazione delle abitudini hanno profondamente cambiato il significato d' una ricorrenza che aveva sempre esaltato la distinzione della classe operaia. Il modo di celebrare il primo Maggio è quindi cambiato nel corso degli anni.
Da diversi anni i sindacati hanno scelto di celebrare la giornata del primo Maggio promuovendo una manifestazione nazionale dedicata ad uno specifico tema. E' diventato un appuntamento anche il trdizionale concerto rock che i sindacati confederali organizzano in piazza San Giovanni a Roma.

Mimma (207 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
01 Maggio 2009 alle ore 17:25:28

Mi sono reso conto solamente ora che anche RINALBA aveva inserito un suo commento sul 1° Maggio in perfetta sintonia con i pensieri espressi da Paola e da me.
Grazie, cara Rinalba, per il contributo prezioso che puntualmente trasmetti a questo sito.
Mi piacerebbe anche che molti dei lettori dei nostri commenti, che io so numerosissimi, escano dal "loro silenzio" e inizino a raccontare i loro pensieri semplicemente, senza paura di sbagliare. Io so che quei pensieri risulteranno importanti per tutti noi.
Coraggio, ... dunque!

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Il maleodorante ha detto:
01 Maggio 2009 alle ore 17:21:55

Oggi bisogna festeggiare il lavoro ma soprattutto chi il lavoro in questo momento l'ha perso e chi ha paura di perderlo nel corso del 2009.

Il maleodorante (1 commenti inseriti)
Lascia il tuo Commento
Attenzione : tutti i campi contrassegnati con il simbolo (*) sono obbligatori.
Nome (*)
Email

Commento (*)

Anteprima del commento