Nella stessa categoria ...

Categorie Blog

Archivio Blog

Ultimi Blog Commentati

Ultimi Commenti Inseriti

Add to Technorati Favorites

Ecuador: a volte la lotta paga.

20 Agosto 2010 - Categoria Testimonianze
Autore domenico

Ho letto con piacere questa notizia. Con un accordo tra il Fondo Nazioni Unite per lo sviluppo ed il governo del presidente Correa ,l'ONU ha deciso di finanziare l'Ecuador con 3,6 miliardi di dollari perchè non estragga più petrolio nella regione dello Yasuni. Finalmente la disperata lotta degli Huaorani,i cacciatori e guerrieri più fieri dell'Amazzonia ha ottenuto una importante vittoria per la sopravvivenza propria e della foresta. Gli Huaorani hanno difeso caparbiamente il proprio territorio per centinaia di anni,respingendo ogni tipo di invasione , a volte con aspetto seducente,in reltà subdola e feroce,intrapresa da missionari,società petrolifere ,burocrati indigeni, "civilizados" senza scrupoli e perfino ambientalisti di varia provenienza. La storia di questo popolo che sta cercando,imponendo i propri ritmi,di compiere il salto fra tradizione e modernità,ma conservando la propria cultura ,è un monito per tutto il pianeta sulle devastanti conseguenze che uno sviluppo indiscriminato porta sempre con sè.
3 Commenti per "Ecuador: a volte la lotta paga."
Hanno commentato : Nando M. (1) | Giuseppe (1) | giuseppina (1) |
Giuseppe ha detto:
26 Agosto 2010 alle ore 21:47:46

E’ vero! A volte la lotta paga!
E’ di oggi una notizia analoga a quella segnalata da Domenico, riguarda un altro territorio, un’altra nazione (l’INDIA).
Due sere fa gli abitanti di una tribù che vive sulla collina di Niyamgiri, nell’India Orientale, hanno fatto festa alla notizia che le autorità della capitale avevano deciso di impedire lo sfruttamento minerario di una montagna che quella popolazione ritiene “sacra”. Per loro la montagna è la divinità che provvede a tutti i loro bisogni ed erano disposti a battersi fino alla morte per salvarla.
Una piccola tribù ha tenuto testa ad una potente multinazionale ed ….. ha vinto!

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Nando M. ha detto:
26 Agosto 2010 alle ore 21:10:02

Il progetto che sembrava fantascienza è diventato realtà e l’Ecuador in questo modo si è impegnato a non estrarre circa 900 milioni di barili di greggio da un giacimento sotto la foresta amazzonica per preservare l’ambiente e la qualità dell’aria.

Nando M. (1 commenti inseriti)
giuseppina ha detto:
26 Agosto 2010 alle ore 17:44:06

'E una bellissima notizia. Il Presidente Correa ha vinto una battaglia importante che aprirà una nuova e positiva stagione sul problema ambientale. 'E la prova che capi di stato illuminati e eticamemte fondati possono dare il via a decisioni politiche che mirano a porre in primo piano il rispetto dei diritti delle minoranze e del loro contesto ambientale .Speriamo che da questa porta aperta possano passare altre decisioni così noblili e giuste.
Tutta la mia solidarietà al Presidente Correa che vuole inaugurare in Sud America un nuovo rinascimento.

giuseppina (1 commenti inseriti)
Lascia il tuo Commento
Attenzione : tutti i campi contrassegnati con il simbolo (*) sono obbligatori.
Nome (*)
Email

Commento (*)

Anteprima del commento