Nella stessa categoria ...

Categorie Blog

Archivio Blog

Ultimi Blog Commentati

Ultimi Commenti Inseriti

Add to Technorati Favorites

Auguri da auser.sardegna.it

21 Dicembre 2008 - Categoria Testimonianze
Autore Vittoria

auser.sardegna.it augura a tutti voi ed alle vostre famiglie  in occasione del Natale e del Nuovo Anno tanta serenità !

25 Commenti per "Auguri da auser.sardegna.it"
Hanno commentato : Giuseppe (4) | SARDUS PATER (2) | Anna p (2) | rinalba (2) | MARTA (1) | lucio orrù (1) | Anna (1) | mater (1) | Giuseppe Porcu (1) | Ernesto (1) | Vittoria (1) | Babay (1) | Antonello (1) | AUSER PORTOSCUSO (1) | socio auser (1) | paola (1) | ARIANNA (1) | mimma (1) | Lucio (1) |
Anna ha detto:
30 Novembre 2018 alle ore 09:55:51

ISTITUZIONE FINANZIARIA PER AIUTARE (rapide.finance95@gmail.com)

Email : rapide.finance95@gmail.com


Accessibile Prestito a tutti 24 ore
Sono uno associare in molte banche e possiedo molti capitali nelle sue banche. Avevate bisogno di prestiti tra privati per affrontare le difficoltà finanziarie infine per uscire dal vicolo cieco che causano le banche, con il rifiuto delle vostre cartelle di domanda di crediti, noi siamo un gruppo di esperti finanziari in grado di farvi un prestito all'importo di cui avete bisogno e con condizioni che vi faciliteranno la vita.
Facciamo prestiti che vanno di 1 mese a 30 anni e noi prestiamo di 2000€ a 10.000.000€.
Il nostro tasso d'interesse è pari al 2% l'anno, ecco i domini nei quali possiamo aiutarli:
* Finanziere
* Prestito immobiliare
* Prestito all'investimento
* Prestito automobile
* Debito di consolidamento
* Riacquisto di credito
* Prestito personale
* Siete schedati
* divieti bancari e non avete il favore delle banche o meglio avete un progetto e necessità di **** prendete contatto con me ed io aiuterete.

Email : rapide.finance95@gmail.com

Anna (157 commenti inseriti)
Lucio ha detto:
02 Gennaio 2009 alle ore 12:59:47

Buon Anno 2009 a TUTTI !!!

Lucio (33 commenti inseriti)
Anna p ha detto:
30 Dicembre 2008 alle ore 18:27:38

BUON ANNO A TUTTI Anna Antonello e Arianna

Anna p (27 commenti inseriti)
socio auser ha detto:
26 Dicembre 2008 alle ore 19:12:38

Che la fiamma di una candela possa riscaldare ogni cuore, vicino e lontano perché, tutti vivano un festoso Natale. AUGURI!!!

socio auser (1 commenti inseriti)
Vittoria ha detto:
26 Dicembre 2008 alle ore 18:47:33

Auguri all'Auser Sardegna e Auser Nazionale

Vittoria (106 commenti inseriti)
lucio orrù ha detto:
26 Dicembre 2008 alle ore 11:42:30

Buon Natale e Felice Anno 2009 a tutti. BUONE FESTE. CIAO.

lucio orrù (5 commenti inseriti)
mimma ha detto:
24 Dicembre 2008 alle ore 20:41:21

tanti auguri di Buon Natale e felice Anno Nuovo a tutti i volontari dell ' Auser di Sassari , in particolare al mio carissimo presidente Giuseppe e la vice Maria Teresa

mimma (207 commenti inseriti)
AUSER PORTOSCUSO ha detto:
24 Dicembre 2008 alle ore 17:37:46

AUGURISSIMI DI BUON NATALE E FELICE ANNO 2009 VERAMENTE SERENO E PROSPERO PER TUTTI!

AUSER PORTOSCUSO (10 commenti inseriti)
Ernesto ha detto:
24 Dicembre 2008 alle ore 17:28:18

Grazie Auser Sardegna per il bellissimo filmato di auguri che inizia con l'alberello di ginepro (cinibiri) o abete e che comunque rappresenta il Natale, che accende le sue luci e illumina sogni, magie e speranze per un anno migliore. Grazie Vittoria che ogni hanno ci sorprendi con le tue creatività. Un abbraccio e auguri di buone feste. Auguri alla presidenza regionale,al direttivo, al nostro Presidente Giuseppe, alla redazione, a tutti i Volontari, a tutti i soci e loro famiglie. Que otro hacer...de todo corazon, felices navidad a todos y prospero ano nuevo!
Vittoria tienes razòn, ablamos diferente pero creo que dicemos lo mismo y tambien lo idioma, es verdad, con un poquito de voluntad nos comprendemos en cada rincon de el mundo.

Ernesto (278 commenti inseriti)
Anna p ha detto:
24 Dicembre 2008 alle ore 17:21:53

BUON NATALE A TUTTI

Anna p (27 commenti inseriti)
ARIANNA ha detto:
24 Dicembre 2008 alle ore 17:20:20

BUON NATALE A TUTTI

ARIANNA (2 commenti inseriti)
Antonello ha detto:
24 Dicembre 2008 alle ore 17:19:10

BUON NATALE A TUTTI

Antonello (20 commenti inseriti)
SARDUS PATER ha detto:
24 Dicembre 2008 alle ore 15:32:23

Sos augùrios de bona Pasca de Nadale a totus in medas limbas de su mundu.
A medas annos!!!
Afrikaans: Gesëende Kersfees
Albanese: Gezur Krislinjden
Arabo: Idah Saidan Wa Sanah Jadidah
Armeno: Shenoraavor Nor Dari yev Pari Gaghand
Azerbaijan: Tezze Iliniz Yahsi Olsun
Bahasa (Malesia): Selamat Hari Natal
Basco: Zorionak eta Urte Berri On!
Bengali: Shuvo Naba Barsha
Boemo: Vesele Vanoce
Bretone: Nedeleg laouen na bloavezh mat
Bulgaro: Tchestita Koleda; Tchestito Rojdestvo Hristovo
Catalano: Bon Nadal i un Bon Any Nou!
Ceco: Prejeme Vam Vesele Vanoce a stastny Novy Rok
Choctaw (Nativi americani, Oklahoma): Yukpa, Nitak Hollo Chito
Cinese (Cantonese): Gun Tso Sun Tan'Gung Haw Sun
Cinese (Mandarino): Kung His Hsin Nien bing Chu Shen Tan
Cingalese: Subha nath thalak Vewa. Subha Aluth Awrudhak Vewa
Coreano: Sung Tan Chuk Ha
Croato: Sretan Bozic
Danese: Glædelig Jul
Dutch (Pennsylvania): En frehlicher Grischtdaag un en hallich Nei Yaahr!
Eschimese (inupik). Jutdlime pivdluarit ukiortame pivdluaritlo!
Esperanto: Gajan Kristnaskon
Estone: Ruumsaid juulup|hi
Farsi: Cristmas-e-shoma mobarak bashad
Fiammingo: Zalig Kerstfeest en Gelukkig nieuw jaar
Filippino: Maligayan Pasko!
Finlandese: Hyvaa joulua
Francese: Joyeux Noël
Frisone: Noflike Krystdagen en in protte Lok en Seine yn it Nije Jier!
Gaelico: (Scozia) Nollaig chridheil huibh
Gaelico: Nollaig chridheil agus Bliadhna mhath ùr!
Gallese: Nadolig Llawen
Giapponese: Shinnen omedeto. Kurisumasu Omedeto
Greco: Kala Christouyenna! Hamish
Hausa: Barka da Kirsimatikuma Barka da Sabuwar Shekara!
Hawaaiano: Mele Kalikimaka
Hindi: Shub Naya Baras
Indonesiano: Selamat Hari Natal
Inglese: Merry Christmas and Happy New Year
Iracheno: Idah Saidan Wa Sanah Jadidah
Irochese: Ojenyunyat Sungwiyadeson honungradon nagwutut. Ojenyunyat osrasay
Islandese: Gledileg Jol Isola di Man: Nollick ghennal as blein vie noa
Italiano Buon Natale e felice anno nuovo
Latino: Natale hilare et Annum Faustum!
Latviano: Prieci'gus Ziemsve'tkus un Laimi'gu Jauno Gadu!
Lituano: Linksmu Kaledu
Macedone: Sreken Bozhik
Maltese: LL Milied Lt-tajjeb
Maori: Meri Kirihimete
Navajo: Merry Keshmish
Norvegese: God Jul oppure Gledelig Jul
Occitano: Pulit nadal e bona annado
Olandese: Vrolijk Kerstfeest en een Gelukkig Nieuwjaar! oppure Zalig Kerstfeast
Papua Nuova Guinea: Bikpela hamamas blong dispela Krismas na Nupela yia i go long yu
Polacco: Wesolych Swiat Bozego Narodzenia or Boze Narodzenie
Portoghese (Brasile): Boas Festas e Feliz Ano Novo
Portoghese: Feliz Natal
Rapa-Nui (Isola di Pasqua): Mata-Ki-Te-Rangi. Te-Pito-O-Te-Henua
Rumeno: Sarbatori vesele
Russo: Pozdrevlyayu s prazdnikom Rozhdestva is Novim Godom
Samoa: La Maunia Le Kilisimasi Ma Le Tausaga Fou
Serbo: Hristos se rodi
Slovacco: Sretan Bozic oppure Vesele vianoce
Sloveno: Vesele Bozicne. Screcno Novo Leto
Spagnolo: Feliz Navidad
Svedese: God Jul and (Och) Ett Gott Nytt År
Tailandese: Sawadee Pee Mai
Tedesco: Fröhliche Weihnachten
Turco: Noeliniz Ve Yeni Yiliniz Kutlu Olsun
Ucraino: Srozhdestvom Kristovym
Ungherese: Kellemes Karacsonyi unnepeket
Urdu: Naya Saal Mubarak Ho
Vietnamita: Chung Mung Giang Sinh

SARDUS PATER (59 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
23 Dicembre 2008 alle ore 15:49:52

Grazie, caro presidente dell'Auser di Budoni, nonchè poeta di valore "in limba sarda"!
Anche questa volta hai saputo esprimere in versi un sentimento vero delle popolazioni della nostra Isola: bella, ma, sofferente!

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Giuseppe Porcu ha detto:
23 Dicembre 2008 alle ore 15:34:30

TRISTE NATALE!
Oches mannas s'intennet de lamentu.
Tristu paret ocannu su Natale,
tzertu no est festa pro chie istat male
chene riparu e chene nutrimentu.

Est festa bella pro chi'est cuntentu
chi tenet semper prontu e puntuale
petha 'e crapittu,anzone o caviale
e vinu e schampagne a perdimentu.

S'annu novu non paret chi promitat
pro sos poveros dies prus serenas
mancari chi si ponzan contipizu:

Su prus morin aenne su disizu.
Chi su tempus illepiet sas penas
dae sas primas dies de sa vita.

Traduco:
Sento alte voci di lamento.
Triste mi sembra questo Natale!
Certo non è festa per chi sta male,
per chi è senza dimora e senza cibo!

E' una bella festa per chi è felice,
per chi ha sempre a disposizione
carne di capretto, di agnello, o caviale,
e vino e champagne a fiumi.

Il Nuovo Anno non sembra che prometta
giorni sereni per i poveri,
anche se questi si affannano.
La maggior parte di essi muore con i desideri inappagati.

Che il tempo alleggerisca le sofferenze
(delle persone) dai primi giorni della loro nascita!

(Giuseppe Porcu)


Giuseppe Porcu (42 commenti inseriti)
MARTA ha detto:
23 Dicembre 2008 alle ore 15:33:02

Cari Auserini: TANTI AUGURI A TUTTI CON TANTO AFFETTO!!!
Un bacio Marta

MARTA (68 commenti inseriti)
paola ha detto:
23 Dicembre 2008 alle ore 06:58:09

Qui a Sassari, anticamente c'era una curiosa usanza che è stata recentemente ripresa dal Gremio dei Macellai.
Nel periodo che precede il Natale, il Capodanno e L'epifania (ma anche durante il Carnevale), gruppi di giovani accompagandosi con la chitarra e strumenti a percussione improvvisati (coperchi, pentole e mestoli o barattoli di lamiera battuti con quello che capita sottomano) vanno in giro per il centro storico, malamente mascherati e con il viso dipinto di nero e recitano e cantano "li gobbuli", (strofe in rima baciata) con le quali fanno "la cionfra" (sfotticchiamento bonario e molto ironico) ai passanti benvestiti.
Il ritmo della cantata è molto allegro (e non potrebbe essere altrimenti dato che tra una cantata e l'altra sbevazzano allegramente vino rosso contenuto in una botticella trasportata su di un carretto addobbato con arance, mele e ortaggi vari) e viene interrotto con parti parlate da uno, che, strofa per strofa, "subisce" il "coro" degli altri" come durante la recita di un rosario.

Di queste vi riporto quella relativa al Capodanno e all'Epifania, ma purtroppo non mi ritrovo quella relativa al Natale.

Questa è la "gobbula" di Capodanno (recitata)

Bonanotti a fini d'annu,(e il coro ripete...)
laudemmu li padroni,
semmu pizzinni minori
pustemmu bertula manna,
semmu junti a la so' janna
pa pudezzi cumprindì,
semmu junti pa dì
lu fattu chi z'è sutzessu
la notti di Santu Silvestru:
s'è illiarada mama
e a fatu una pitzinna
manna manna antighidai;
si vo' a dinniri assai
zi priparia li frisgiori,
noi zi n'andemmu sori,
sori sori in santa pazi,
si la cariga zi dazi
noi vi ringraziemmu
cumenti abemmu fattu tandu.
Bonanott'a fini d'annu,
si la canzona è finida
n'aggiugnimm'altri tre mutti:
andiani be' li frutti
a li passoni di casa
a li vagianeddi isposi,
a li cuiubaddi dicciosi.

(Buonanotte a fine anno
lodiamo i padroni di casa;
siamo dei ragazzi piccoli
ma la bisaccia è grande;
siam venuti alla sua porta
per poterci intendere;
siam venuti per narrare
un fatto capitatoci:
la notte di San Silvestro
s'è sgravata mamma
e ha partorito una bimba
grande grande, vecchiettina;
se vuol sentirne di più
ci prepari le frittelle.
Ce ne andremo da soli
soli soli in santa pace
se fichi secchi ci date.
Vi ringraziamo ancora
come abbiamo fatto allora.
Buonanotte a fine d'anno.
Se la canzone è finita
aggiungiamo altri tre versi:
auguri di buon raccolto
alla gente di casa
alle giovanette spose
alle maritate felici.)

e poi attaccano tutti in coro con il ritornello che dice

Mamma tuttiru tuttiru tuttà è mezzu dinà o dizzottu dinà (mamma - tuttiru è intraducibile - è mezzo soldo o diciotto soldi?)

E questa è quella dell'Epifania

Eh, li padró...
at n'ha cárigga, li padró...
A cantemmu a li tre Re?
E cantemmu a li tre Re!
Deu tzi díat dogna bé.
Cantu n'at datu a mi nannu,
eddu era cotzu e lagnu
e bibíat brodu di nappa,
malandada la so cappa,
ma erat péjus lu sombreri.
Lu babbu sottabigheri
e la mamma sirvidora.
La figliola era signora,
l'at purtabani a passigià.
e li puníani li bozi.
Dedizi carigga e nozi
e prunalda si vi n'è!
E prunalda si vi n'è,
a cantemmu a li tre Re?

(Eh i padroni...
i fichi secchi ai padroni...
Cantiamo ai tre Re?
E cantiamo ai tre Re!
Dio ci dia ogni bene,
quanto ne diede al nonno,
che era povero e magro,
e beveva brodo di rapa,
e se malandata era la cappa,
peggio ancora era il cappello.
Il padre guardia carceraria,
la madre era serva,
ma la figlia era signora,
e la portavano a passeggio.
Per farsi criticare dietro.
"Dacci fichi secchi e noci,
e prugne, se ne hai".)

Se avete avuto la pazienza di leggere fin qui, vi ringrazio di cuore.

Cari auguri di Buon Natale a tutti.



paola (722 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
22 Dicembre 2008 alle ore 20:56:23

Dai, Giuseppe Porcu di Budoni, attendiamo una poesia in sardo scritta da te! Ormai ci hai abituato bene: nelle occasioni straordinarie ti viene la vena poetica e scrivi dei versi bellissimi.
Quale occasione migliore del Natale?

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
22 Dicembre 2008 alle ore 20:51:39

La nostalgia giocherà pure i suoi "brutti scherzi, ... ma, diciamo la verità, ... quanto era bello e commovente il Natale di una volta, non "contaminato" dal consumismo!

Giuseppe (704 commenti inseriti)
rinalba ha detto:
22 Dicembre 2008 alle ore 20:12:26

NOTTE SANTA

Mamma, chi é che nella notte canta
questo canto divino?
Caro, è una mamma poveretta e santa
che culla il suo bambino.
Mamma, m'é parso di sentire un suono
come di ciaramella...
Sono i pastori, mio piccino buono,
che van dietro alla stella..
Mamma, c'é un batter d'ali, un sussurrare
di voci intorno, intorno...
Sono gli angeli discesi ad annunziare
il benedetto giorno.
Mamma, il cielo si schiara e si scolora
come al levar del sole...
Splendono i cuor degli uomini; é l'aurora
del giorno dell'amore.

Diego Valeri


Quante volte l'abbiamo ascoltata , recitata e fatta recitare?
Vi ricordate quando al pranzo del giorno di Natale,con la complicità delle mamme /nonne, zie o fratelli più grandi mettavamo la letterina sotto il piatto piano?
Il cuore batteva forte forte e il nostro sguardo veloce e sfuggevole,andava al piatto di nostro padre che, pur sapendo, allungava la nostra attesa e insieme l'ansia....
Alla seconda portata ,babbo esclamava " Lucia ita asi postu asutta de su pratu?
E mamma : deu ? NUDDA !!!operri sa littra e castia it'esti.
ED ecco il momento magico:
babbo leggeva le poche righe ,si commuoveva e mi dava un bacio che era il regalo più bello che potessi ricevere;
ma non era finita lì perchè mamma mi/ci faceva salire sulla sedia e recitavamo la poesia tra applausi ed esclamazioni di compiacimento.
La ricompensa erano un paio di monetine e tante coccole da parte di tutti.
A quel punto il pranzo poteva continuare e finalmente anche io riuscivo a gustarlo....


Vedete cosa succede a rileggere poesie di Natale?
I ricordi ritornano con prepotenza e chi li ferma più?
Ciao Rinalba

rinalba (417 commenti inseriti)
Babay ha detto:
22 Dicembre 2008 alle ore 19:23:48

Bona Pascha de Nadale a tottu !!!

Babay (3 commenti inseriti)
mater ha detto:
22 Dicembre 2008 alle ore 18:05:22

Il mago di Natale

Gianni Rodari



S'io fossi il mago di Natale

farei spuntare un albero di Natale

in ogni casa, in ogni appartamento

dalle piastrelle del pavimento,

ma non l'alberello finto,

di plastica, dipinto

che vendono adesso all'Upim:

un vero abete, un pino di montagna,

con un po' di vento vero

impigliato tra i rami,

che mandi profumo di resina

in tutte le camere,

e sui rami i magici frutti: regali per tutti.



Poi con la mia bacchetta me ne andrei

a fare magie

per tutte le vie.



In via Nazionale

farei crescere un albero di Natale

carico di bambole

d'ogni qualità,

che chiudono gli occhi

e chiamano papà,

camminano da sole,

ballano il rock an'roll

e fanno le capriole.

Chi le vuole, le prende:

gratis, s'intende.



In piazza San Cosimato

faccio crescere l'albero

del cioccolato;

in via del Tritone

l'albero del panettone

in viale Buozzi

l'albero dei maritozzi,

e in largo di Santa Susanna

quello dei maritozzi con la panna.



Continuiamo la passeggiata?

La magia è appena cominciata:

dobbiamo scegliere il posto

all'albero dei trenini:

va bene piazza Mazzini?



Quello degli aeroplani

lo faccio in via dei Campani.



Ogni strada avrà un albero speciale

e il giorno di Natale

i bimbi faranno

il giro di Roma

a prendersi quel che vorranno.



Per ogni giocattolo

colto dal suo ramo

ne spunterà un altro

dello stesso modello

o anche più bello.



Per i grandi invece ci sarà

magari in via Condotti

l'albero delle scarpe e dei cappotti.

Tutto questo farei se fossi un mago.



Però non lo sono

che posso fare?



Non ho che auguri da regalare:

di auguri ne ho tanti,

scegliete quelli che volete,

prendeteli tutti quanti.

Augurissimi Mater

mater (1 commenti inseriti)
SARDUS PATER ha detto:
22 Dicembre 2008 alle ore 14:12:05

Nel farvi gli auguri di Buone Feste, vi propongo per questo Natale una poesia di Sebastiano Satta, uno dei più grandi poeti della Sardegna.
Il Poeta ci offre una idea del Natale un po' triste per chi ha scelto una strada piena di insidie, una strada sbagliata.
E, tuttavia, essendo Natale, anche per loro c'è una speranza, ci può essere un futuro!
VESPRO DI NATALE.
Incappucciati, foschi a passo lento
tre banditi ascendevano la strada
deserta e grigia tra la selva rada
dei sughereti, sotto il ciel d'argento

Non rumori di mandrie, o voci, il vento
agitava per l'algida contrada.
Vasto silenzio. In fondo, Monte Spada
ridea bianco nel vespro sonnolento.

O vespro di Natale! Dentro il core
ai banditi piangea la nostalgia
di te, pur senza udirne le campane

e mesti eran, pensando al buon odore
del porchetto e del vino, e all'allegria
del ceppo nelle loro case lontane.

(Sebastiano Satta)

SARDUS PATER (59 commenti inseriti)
rinalba ha detto:
21 Dicembre 2008 alle ore 22:56:07

Carissimi il filmato mi ha fatto pensare tanto al messaggio del Natale e a come lo abbiamo accolto ieri e a come lo accogliamo oggi;
chi più chi meno quasi tutti noi abbiamo avuto una educazione religiosa e abbiamo ricordi di una festività colma di patos, ansia,mistero, gioia di condividere ,di dare e ricevere......
Il profeta Isaia dice della venuta del Bambinello:
" Hai moltiplicato la gioia,
hai aumentato la letizia."......
Mi chiedo: perchè allora, oggi vediamo, in giro per negozi, tante persone , immusonite, seccate, nervose....
Gente che aspetta che tutto finisca quanto prima.....che si lamenta per il costo di questa festa....
Negozianti che si lamentano per i mancati affari....?

Poi penso alla lettera di un carissimo amico, responsabile di una casa del piccolo cottolengo, che mi parla di giovani che fanno i volontari per alleviare le sofferenze e le difficoltà di quei FRATELLI e non fardelli,della gioia di non considerare quel tempo PERSO ma arricchito dall'amore per il loro
prossimo;
Penso all'amore profuso al CEPAS per dare cittadinanza a tutti gli extra comunitari, ai volontari dei centri di ascolto, ai medici e ai volontari che negli ospedali , nei centri di accoglienza per anziani rendono giocose le giornate dei degenti....ai nostri volontari AUSER alla loro voglia di dare e allora mi chiedo :

CHE poco poco dobbiamo fermarci un attimo davanti al nostro presepe casalingo e cominciare a ripensare il NOSTRO NATALE?

Un abbraccio Rinalba

rinalba (417 commenti inseriti)
Giuseppe ha detto:
21 Dicembre 2008 alle ore 10:23:53

Grazie a Vittoria che ci ha offerto questo bellissimo filmato di Auguri.
A tutti voi, carissimi visitatori del nostro sito www.auser.sardegna.it , uno specialissimo augurio da parte mia di Buon Natale e di Felice 2009!
Giuseppe

Giuseppe (704 commenti inseriti)
Lascia il tuo Commento
Attenzione : tutti i campi contrassegnati con il simbolo (*) sono obbligatori.
Nome (*)
Email

Commento (*)

Anteprima del commento