Tutte le News

UNA CERTIFICAZIONE DI QUALITA' PER LE UNIVERSITA' POPOLARI DELLA TERZA ETA'

News del 02.03.2011

   UNA CERTIFICAZIONE DI QUALITA' PER LE UNIVERSITA' POPOLARI DELLA TERZA ETA'

Si avvia il progetto dell'Auser "Bollino Blu".
Prima esperienza in Italia di un Certificato di Qualità per le Università popolari, verranno iscritte in un Albo pubblico.

Roma, 2 marzo 2011

Parte il progetto "Certificazione Auser di qualità delle Università Popolari e dei Circoli Culturali affiliati". Un vero e proprio "bollino blu" che attesterà  la qualità dell'offerta formativa e culturale  di una realtà in grande crescita nel nostro Paese.
Un progetto innovativo ed unico nel suo genere, non solo per Auser, ma per tutto il settore dell'apprendimento non formale.  A varare la fase sperimentale del progetto con l'approvazione del Regolamento, è stata l'Assemblea dei presidenti delle Università e dei responsabili delle strutture culturali Auser, riuniti oggi a Roma  2 marzo 2011.  Una rete che   raggruppa in Italia 535 sedi e coinvolge oltre 138.000 partecipanti.
Il Regolamento definisce le procedure per la domanda, i requisiti di ammissione alla candidatura, gli indicatori e i criteri di accettazione. Sarà un apposito Comitato Scientifico costituito da docenti ed esperti nel settore dell'educazione degli adulti, ad esaminare le richieste. Le Università Popolari che otterranno il "Bollino blu" saranno iscritte in un apposito "Albo Auser delle Università Popolari certificate" che sarà reso pubblico.  «La Certificazione di Qualità è un progetto importante ed ambizioso –sottolinea Michele Mangano  presidente nazionale Auser – soprattutto in questo momento in cui il sistema educativo e culturale nel nostro Paese è  oggetto di un attacco senza precedenti. Non è uno strumento di valutazione, ma di stimolo per migliorare la qualità dell'offerta formativa. E' stato pensato  soprattutto per dare agli utenti, ai cittadini che vogliono seguitare, ad ogni età, ad arricchire i propri saperi e ad ampliare le relazioni sociali, una garanzia certa di qualità».

COME SI OTTIENE IL BOLLINO BLU
Per accedere alla candidatura occorre essere  associazione di volontariato o di promozione sociale; dimostrare la presenza di uno statuto, di organi direttivi, di bilanci trasparenti, nonchè di un'esperienza di durata almeno triennale nell'attività culturale e formativa.
il Comitato Scientifico ha individuato  18 indicatori e criteri di accettazione. Per ottenere la Certificazione di Qualità,  le Università Popolari dovranno dimostrare la rispondenza ad  almeno 12 dei requisiti previsti come ad esempio, la professionalità dei docenti, l'attenzione ai diversamente abili, l'interculturalità,  l'attenzione alle generazioni più giovani, alle fasce deboli dei cittadini, l'offerta di corsi legati alle tematiche sociali ed ambientali, l'uso di attestati e di materiali didattici ad hoc.

AVERE IL BOLLINO BLU SARÀ VANTAGGIOSO
La Certificazione di Qualità avrà ricadute molto vantaggiose per le Università popolari che l'otterranno e per gli utenti che frequentano i corsi. Potrà sicuramente migliorare il rapporto  con le istituzioni e sollecitare una positiva competitività con le altre associazioni culturali del territorio, favorendo un graduale miglioramento dell'intero settore. I cittadini che si iscrivono ai corsi potranno esprimere le loro esigenze e le loro valutazioni sull'offerta culturale e formativa.
Inoltre le Università Popolari  possono trovare un orientamento ed un sostegno operativo per migliorare le proprie "prestazioni".